domenica 6 maggio 2012

"Quanti modi di fare e rifare..." Ravioli di pere con speck e aceto balsamico


Questo mese per l’iniziativa di Quanti modi di fare e rifare… è stata scelta una ricetta di Elena del blog Zibaldone culinario, i Ravioli di pere con speck e aceto balsamico.
Sostanzialmente ho seguito la ricetta di Elena; ho solo eliminato l’uovo nel ripieno per sentire in purezza l’incontro di sapori tra il dolce della ricotta, l’aromatico della pera william e il sapido del parmigiano. Poi ho fatto sciogliere dolcemente lo speck in una padella calda invece di rosolarlo nell’olio. Infine ho guarnito con una sorta di riduzione di aceto balsamico.









Ingredienti:

Per la sfoglia
250 g di farina
2 uova
1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva
sale
un goccio di acqua

Ripieno
3 pere william (non troppo mature)
200 g di ricotta di mucca
50 g di Grana Padano grattugiato
1 uovo (omesso)
sale
pepe nero

Condimento
5-6 fette di speck
un cucchiaio di olio (omesso)
30 g di burro
1 cucchiaio di aceto balsamico tradizionale
erba cipollina fresca
50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato


Preparazione:
In una ciotola si setaccia la farina, si aggiungono le uova, l’olio e un pizzico di sale. S’impasta per 10 miniti circa, se occorre si aggiunge un po’ di acqua, fino a quando si avrà un composto liscio ed elastico. Si copre e si lascia riposare per 30 minuti.

Si mondano le pere, si tagliano a dadini. In una ciotola si mette la ricotta, l’uovo (io l’ho omesso) il formaggio grattugiato, il sale e il pepe nero. Si mescola il tutto e alla fine si aggiungono i dadini di pera.

Passato il tempo di riposo della pasta si stende con il mattarello o con la macchinetta, una spoglia con spessore a piacere, si taglia a strisce si mette il ripieno su una di esse si chiude con altra sfoglia facendo attenzione a far uscire l’aria dal raviolo, in modo che durante la cottura non si apra. Si taglia nella forma desiderata; io ho fatto tanti ravioli tondi.

In una padella si scalda l’olio per far rosolare le fette di speck e si tagliano a listarelle. Io invece ho fatto scaldare una padella antiaderente, ho messo le fette di speck, le ho fatte scaldare dolcemente da un lato e dall’altro in modo da far sciogliere il grasso e poi le ho tagliate.

Si porta ad ebollizione abbondante acqua, prima di mettere i ravioli si sala e si unisce un po’ di olio extra vergine di oliva in modo di non farli attaccare, si aggiungono i ravioli e si lasciano cuocere per alcuni minuti.
In un pentolino si fa sciogliere il burro, si taglia un po’ di erba cipollina si aggiungono i ravioli e si ripassano velocemente. S’impiattano aggiungendo lo speck a listarelle il parmigiano grattugiato, l’erba cipollina e l’aceto balsamico. Io ho fatto una sorta di riduzione di aceto balsamico. In un pentolino ho versato un cucchiaio di aceto balsamico, l’ho fatto riscaldare mescolando continuamente facendolo addensare un po’. Poi l’ho versato sui ravioli.








Quanti modi di fare e rifare...




Appuntamento al 6 Giugno con

Le puccette pugliesi di Vale del blog In cucina senza glutine





18 commenti:

  1. Questi ravioli mi riempiono gli occhi, sono meravigliosi,buona domenica :-)

    RispondiElimina
  2. mamma mia, che bel piatto!!! Se c'è una cosa che adoro, sono queste ricette così insolite e golose!! Bravissima!!!
    Un abbraccio, M.Luisa.

    RispondiElimina
  3. Mamma mia fr@, quel ripienooooooo
    Grazie!
    Questo mese c'è una bella sorpresa
    vedere qui.

    RispondiElimina
  4. Sarebbero da addentare anche a quest'ora di mattina...magnifici :) Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  5. Anche a noi sono piaciuti molto anche se i miei bimbi li hanno mangiati senza balsamico!
    francesca

    RispondiElimina
  6. Le tue foto sono sempre stupende, invitanti e dei sempre perfetta! Brava! E buona domenica!

    RispondiElimina
  7. buonissimi vero? anche io ho saltato lo speck senza condimenti, il suo grasso è stato sufficiente!

    RispondiElimina
  8. Che bella ricetta, davvero stupenda, bravissima!!!

    RispondiElimina
  9. veramente ben presentati, fanno venire l'acquolina! Complimenti!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  10. Perfetti! Mi piacciono tanto le paste ripiene e la farcitura pere e formaggio, l'ho fatta qualche anno fa e mi piacque tanto.
    Invece non ho mai condito i ravioli con l'aceto balsamico, mi hai fatto venire voglia di provarlo!
    Un bacione e buona domenica

    RispondiElimina
  11. Fr@, quel ripieno toglie il sonno e lo sai vero?
    Sei una tentatrice ;-)
    Buona settimana

    RispondiElimina
  12. Bella anche la tua versione, le foto del ripieno poi da sballo!

    RispondiElimina
  13. Bellissima la foto e l'uovo nel ripieno è evitabile...è una mia fissa...lo metto sempre mi sembra che dia più consistenza...un bacione!!!

    RispondiElimina
  14. hanno un aspetto splendido....brava brava :)

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia di ripieno, stupendi cara Fr@! Anch'io ho fatto una specie di riduzione dell'aceto balsamico :-) Grazie un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Eccoci, ciao Fr@
    sono davvero BELLISSIMI e BELLISSIME le fotografie.
    Un bacio le 4 apine

    RispondiElimina
  17. Anche io come te non ho usato l'uovo, ma più di tutti mi ha copito il onsiglio dello sciogliere lo speck piuttosto che farlo rosolare, hai ragione! così il sapore è più morbido e il piatto ne risulta più leggero. Bravissima come sempre, un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...