mercoledì 24 aprile 2013

Babà salato



La ricetta di questo babà salato è di Assunta. Da tempo, da quanto è stato pubblicata, che avevo intenzione di farla; l’occasione si è presentata quest’anno. Ho utilizzato come stampo quello della pizze di Pasqua molto in uso nell’Italia centrale. Perfetto anche per questa ricetta.
Il sapore è ottimo, ma non avevo dubbi.







Per la ricetta originaria rimando al blog La cuoca dentro

Ingredienti:
Ho utilizzato uno stampo per le pizze di Pasqua: alto 12 cm, con la base inferiore del diametro di 16 cm e parte superiore del diametro di 24 cm

250 g di farina 00 (ho utilizzato la farina 0)
250 g di farina manitoba
250 g di patate a pasta gialla
20 g di acqua di cottura delle patate
3 uova
40 g di olio extra vergine di oliva  
20 g di lievito di birra    (7 g di lievito secco)
7 g di sale
150 g di salame tagliato a piccoli pezzi
150 g di provolone dolce
pepe nero



Preparazione:
Si lavano e si spazzolano bene le patate, si lessano e si scolano lasciando un po’ di acqua di cottura. Si passano allo schiacciapatate e si lasciano intiepidire.
Si scioglie nell’acqua di cottura delle patate (deve essere tiepida non calda) il lievito per 5-6 minuti.
Si miscelano le due farine, e si versa metà (250 g) nella ciotola dell’impastatrice, si aggiungono le patate e il lievito sciolto nell'acqua di cottura delle patate.
Si fa impastare per  qualche minuto, poi si aggiunge un uovo alla volta alternato con il resto della farina, si unisce il sale e si lascia lavorare fino a quando l'impasto si presenta ben amalgamato. S’incorpora l'olio extra vergine a filo, fino a completa incordatura, infine il pepe, il salame ed il formaggio mescolando giusto il tempo che risulti il tutto bene amalgamato all'impasto.

Si mette a lievitare in luogo caldo fino al raddoppio (per me 2 ore circa).
(Passato il tempo del raddoppio per dargli forza all’impasto ho fatto delle pieghe. Si rovescia sulla spianatoia infarinata e si prende un lembo dell’impasto, si stende leggermente e lo si porta al centro. Si prende l'angolo che si è formato a destra, si stende leggermente e lo si porta al centro. Si procede allo stesso modo con l'altro angolo che si è formato a destra. Si continua fino a chiudere il giro, portando i lembi laterali verso il centro impastando e ruotando via via la pasta su se stessa in modo da formare una palla. A questo punto, si capovolge in modo che la chiusura sia sotto, a contatto con la spianatoia, si comincia ad arrotondare la pasta cercando di portare la pasta dalla parte superiore della palla al di sotto, girando sempre la palla su se stessa e cercando di non strappare la superficie).
Si prende l’impasto, si mette nello stampo oliato e si fa lievitare nuovamente fino a quando raggiunge il bordo (per me 3 ore circa). Si spennella delicatamente con del latte. (Io non l’ho fatto)

Si porta il forno con lo sportello socchiuso alla temperatura  di 170/180° si versa sul fondo del forno mezzo bicchiere di acqua, oppure si mette una bacinella con dell’acqua creando così del vapore, in questo modo non fa subito la crosta e sviluppa di più. S’inforna e si fa cuocere per circa 30/35 minuti senza aprire lo sportello.
Se in cottura tende a colorire troppo, si copre con carta stagnola; si fa la prova stecchino prima di estrarre lo stampo dal forno.
Appena si sforna, si toglie dalla teglia a si fa raffred­dare su una griglia.









 




Con questa ricetta vi auguro un Buon  25 Aprile!






10 commenti:

  1. Vabbè ma questo è un capolavoro...assolutamente divino!!

    RispondiElimina
  2. Complimenti ha proprio un bell'aspetto, dev'essere molto soffice!!!!!

    RispondiElimina
  3. Eh la miseria, Fr@!!! :-D...ti è venuto splendido!!!
    Grazie per aver provato questa ricetta, felice che ti sia piaciuto!
    Bacioni, cara, a presto!!

    RispondiElimina
  4. Senti! MA è una meraviglia ed ha un interno umidissimo! Mi copio subito la ricetta! Baci.

    RispondiElimina
  5. Buono e perfetto sia all'esterno che all'interno, buon 25 Aprile anche a te :)
    http://blog.giallozafferano.it/lericettedimelinda/

    RispondiElimina
  6. Ciao ma che bello il tuo blog e quante ricettine sfiziose tutte da copiare. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così ti avrò sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Francesca.

    RispondiElimina
  7. Non ho mai assaggiato il babà salato, da noi in Lombardia non si trova.E' una ricetta davvero interessante. Molto soffice e ben lievitato .... bellissimo veramente....brava complimenti! Ciao con quel babà avrai sicuramente reso felici i tuoi ospiti! Ciao e buona serata Lia

    RispondiElimina
  8. Mamma che materasso! E sembra così soffice da perdersi in bocca :) Un bacio, buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Che favola e che morbidezza deve avere! E' uno spettacolo per gli occhi e sicuramente anche per il palato! Baci

    RispondiElimina
  10. un aspetto delizioso questo babà salato.
    Non l'ho mai provato e devo dirti che nonostante ciò ho lo stampo acquistato tanto tempo fa per la sua forma alta ma mai usato! credo proprio che valga la pena cominciare con la ricetta dell'infallibile Assunta!
    baci

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...