giovedì 24 aprile 2014

Listarelle di pollo alla birra e miele

Ho voluto provare a condire le listarelle di pollo in una salsina di birra chiara e miele di acacia a cui ho unito una nota lievemente piccante di peperoncino e paprika. E’ risultato un sapore particolare dolce e amaro.







Ingredienti:
6 fettine di petto di pollo
1 bicchiere di birra chiara
1 cucchiaino di miele di acacia
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
pizzico di paprika
sale
olio extra vergine di oliva
farina q.b.


Preparazione:
Si battono con batticarne le fettine di pollo, si tagliano a striscioline, si passano nella farina. Si fa scaldare l’olio in una grande padella, si fa cuocere le listarelle da entrambe le parti, si scolano dall’olio in eccesso. Nella stessa padella, si taglia a pezzettini molto piccoli l’aglio e il peperoncino, si aggiunge la paprika, si fa scaldare il tutto, poi si aggiunge la birra, si fa consumare un po’, e si aggiunge il miele, si gira per farlo sciogliere. Si aggiungono le listarelle di pollo e si fanno “caramellare” nella salsina.








martedì 22 aprile 2014

Crespelle di grano Saraceno con asparagi e crema di Emmental




Questi due quadri di Manet seppur ritraggono lo stesso soggetto: degli asparagi, sono molto diversi nello stile. Il primo Un mazzo di Asparagi è dipinto su uno sfondo scuro dove emergono i colori verdi e malva del mazzo di asparagi, l’altro L’asparago è dipinto con poche pennellate, quasi monocromatico. Oltre allo stesso soggetto sono legati da un aneddoto. Manet decise di vendere allo storico dell'arte e collezionista Charles Ephrussi il quadro Un mazzo di Asparagi per la somma di 800 franchi; il collezionista, invece, volle pagarlo di più 1000 franchi. Manet per risposta allora dipinse un piccolo quadro con un solo asparago, e lo fece recapitare al collezionista con allegato un biglietto su cui era scritto: “Ne mancava uno al vostro mazzo”.
Proprio gli asparagi ridotti a purea sono gli ingredienti principali di queste crespelle di grano saraceno che si ispirano alle Galette bretonne. Ed ho aggiunto una crema di formaggio Emmental.








Ingredienti per circa 12 crespelle di grano saraceno

Per la ricette delle crespelle ho preso spunto da lei

150 g di farina di grano saraceno
150 g di farina 00
400 ml di acqua io ho utilizzato quella per lessare gli asparagi
50 ml di latte
2 uova intere
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaio olio extra vergine di oliva

Purea di asparagi:
1 mazzetto di asparagi di 300 g circa
1 spicchio di aglio
25 g di Parmigiano Reggiano o Grana Padano
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero

Crema d’Emmental:
150 g di Emmental svizzero o francese
100 ml di latte
25 g di Parmigiano Reggiano o Grana Padano



Preparazione:
Si mondano gli asparagi, si toglie la parte terminale più legnosa e si rifila. Si lavano per bene, si mettono le punte di asparagi in verticale in un tegame alto con l’acqua calda e salata, si aggiungono anche i gambi rifilati. Si fanno scottare per alcuni minuti. Si scolano e si mette da parte tutta l’acqua di cottura. Si tagliano a rondelle i gambi e le punte, si lasciano da parte alcune punte.
In un tegame si fa scaldare lo spicchio di aglio nell’olio extra vergine di oliva; si aggiungono gli asparagi si fanno cuocere per alcuni minuti, poi si aggiungono due mestoli di acqua di cottura degli asparagi. Si fanno cuocere fino a che risultano morbidi, si trasferiscono in un mixer si aggiunge il parmigiano e il pepe, si riducono a purea.

Si miscelano le due farine in una ciotola, si unisce il sale, le uova, l’olio e pian piano l’acqua miscelata al latte (io ho utilizzato l’acqua con cui ho lessato gli asparagi a cui ho unito il latte). Formata la pastella si lascia riposare per circa 1 ora.
In un padellino antiaderente imburrato si versa un mestolo di pastella  si distribuisce bene e si fa cuocere il tempo di farla rapprendere, poi con l’aiuto di una paletta si rigira si fa cuocere l’altro lato.
Si continua così fino alla fine dell’impasto.

Nel frattempo si prepara la crema di formaggio.
Si riduce a scaglie l’Emmental e si unisce al latte, si mette in un tegame a cuocere a bagnomaria, si gira ogni tanto fino a che il formaggio si scioglie, si aggiunge un po’ di parmigiano e si continua a girare fino a che si addensa un po’ e si lascia un po’ intiepidire.


In ogni crespella si mette un po’ di crema di asparagi e alcuni asparagi interi, si rigirano, si trasferiscono su ogni piatto e si aggiunge la crema al formaggio tiepida.








venerdì 18 aprile 2014

Tagliolini al caffè con pinoli, pecorino e maggiorana

Già avevo provato la sfoglia al caffè per i ravioli ripieni di zucca e mi era piaciuta molto. L’ho riprovata per fare questi tagliolini che ho condito in molto semplice con pecorino romano, pinoli e pangrattato tostati, infine ho profumato il tutto con la maggiorana.
Per fare i tagliolini ho utilizzato il troccolaturo, uno mattarello scanalato utilizzato in Puglia, nella provincia di Foggia, per fare i Troccoli una sorta di grande spaghetto simile agli spaghetti alla chitarra abruzzesi, ai tonnarelli laziali o ai bigoli veneti.






Ingredienti per due persone:

Per la sfoglia al caffè
100 g di farina 00
1 cucchiaino di caffè macinato
1 uovo

Condimento
40 g di pinoli
60 g di pecorino romano
1 cucchiaio di pangrattato
maggiorana (meglio fresca)
pepe nero
olio extra vergine di oliva

Preparazione:
In un’ampia ciotola si versa la farina setacciata, il cucchiaino di caffè macinato e l’uovo; si comincia a lavorare fino a legare gli ingredienti. Si prende il composto e si mette sulla spianatoia si lavora per 15-20 minuti, fino ad ottenere una massa omogenea, soda e liscia.  Si forma una palla, si avvolge nella pellicola e si mette in frigorifero a far riposare per mezz'ora.

Trascorso il tempo di riposo della pasta, si tira una sfoglia con il mattarello o con la macchinetta. Si ottengono i tagliolini o passando con il mattarello rigato (troccolaturo), o utilizzando la chitarra, o ripiegando la pasta e tagliandola col coltello o utilizzando la macchinetta, come preferite.   
Si sistemano i tagliolini, man mano che vengono fatti, su un piano infarinato e si lasciano asciugare.





Si porta abbondante acqua ad ebollizione, prima di versare i tagliolini si aggiungono alcune gocce di olio in modo di non farli attaccare; si versano i tagliolini e si fanno cuocere per pochi minuti, il tempo di farli venire a galla e di far riprendere il bollore dell’acqua. Durante la cottura dei tagliolini in un’ampia padella calda si fanno tostare prima i pinoli e poi il pangrattato. Una volta tostati, si mettono insieme da parte in un piatto.

Si scolano grossolanamente i tagliolini, si versano nella padella con due cucchiai di acqua di cottura si aggiunge una manciata di pecorino romano, una manciata di pangrattato e pinoli, una spolverata di maggiorana ed un filo di olio extra vergine di oliva, si fanno saltare velocemente per un minuto. S’impiattano, si spolverano con il pecorino, si aggiunge il pepe nero il restante pangrattato e pinoli e la maggiorana.






§§§


Vi auguro di passare una 


Buona Pasqua!










Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...