giovedì 27 febbraio 2020

Insalata di cavolo cappuccio, radicchio, mela Granny Smith e pane croccante

Dopo i fritti di Carnevale un’insalata di cavolo cappuccio, radicchio, mela  Granny Smith e cubetti di pane tostati in padella.


Insalata di cavolo cappuccio, radicchio, mela Granny Smith e pane croccante


Ingredienti:

300 g di cavolo cappuccio
150 g di radicchio
1 mela Granny Smith con tutta la buccia
3 fette di pane tagliato a cubetti
1 cucchiaino di aceto balsamico
olio extra vergine di oliva
sale


Preparazione:

In una ciotola si mette l’aceto balsamico, l'olio extra vergine di oliva, sale, si emulsiona il tutto e si lascia da parte.
Si fanno tostare in un padella con un filo di olio extra vergine di oliva i cubetti di pane.
Si lava il cavolo cappuccio, si taglia a fettine molto sottili, si mette in un’insalatiera con il sale e si lascia per 10 minuti, girando ogni tanto. Si scola e si mette in una insalatiera, si unisce il radicchio tagliato a listarelle e la mela ben lavata e tagliata a fette sottili. 

Si condisce il tutto con l’emulsione e si unisce i cubetti di pane croccante.




lunedì 24 febbraio 2020

Cassatelle

Le cassatelle cassateddi in siciliano, sono dei ravioli dolci ripieni di ricotta e gocce di cioccolato, poi fritte. Sono tipiche della provincia di Trapani e in gran parte della Sicilia occidentale, sono preparate in occasione di carnevale e di Pasqua. 
Per la ricetta ho preso spunto da lei, diminuendo la dose e con qualche variante.



Cassatelle



Ingredienti:


Per la pasta

200 g di farina 0
50 g di semola rimacinata  di grano duro
50 g zucchero                         
50 ml olio extra vergine di oliva                     
1 cucchiaio di Marsala o Brandy
acqua quanto basta


Per la crema di ricotta

200 g di ricotta  di mucca  sgocciolata               
50 g di zucchero semolato
50 gocce di cioccolato 
1 cucchiaino di Marsala o Brandy
cannella in polvere

Olio di semi di arachide per friggere

Per decorare

Zucchero a velo 

Preparazione: 

In un recipiente si mettono le due farine, lo zucchero,  l’olio extravergine di oliva, ed il liquore. Si lavora un po’, si aggiunge un po’ per volta l’ acqua fino ad avere un impasto omogeneo. Si lascia  riposare minimo 30 minuti.
Si mette la ricotta in un recipiente, si aggiunge lo zucchero, la cannella e le gocce di cioccolato.
Passato il tempo di riposto della pasta, si stende un sfoglia sottile. Con un coppapasta tondo si formano tante dischi, si mette  un cucchiaino di ricotta su un lato del dischi, si chiude la sfoglia pigiando intorno e passando con i rebbi di una forchetta.
Si porta abbondante olio si di semi di arachide a temperatura di 170° C, si friggono le cassatelle, si fanno dorare, si scolano dall’olio in eccesso si mettono su carta assorbente.
Si fanno raffreddare e si spolveratele con zucchero a velo.




Cassatelle






giovedì 20 febbraio 2020

Frittelle al liquore Strega ed uvetta

Ho preso spunto da questa ricetta che faccio in genere per le Castagnole. Ho aggiunto dell’uvetta fatta rinvenire con acqua calda e qualche goccia di liquore Strega. Infine per la rifinitura le ho aromatizzate con zucchero semolato e cannella.


Frittelle al liquore Strega ed uvetta

Ingredienti:

160 g di farina 00
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di olio di semi di mais
3 cucchiai di liquore Strega
3 cucchiai di latte intero
1 pizzico di sale
manciata di uvetta
mezza bustina di lievito per dolci

olio di  semi di arachidi per friggere

Per la rifinitura

4-5 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaino di canella


Preparazione:

In una piccola ciotola si mette l’uvetta in ammollo con acqua e qualche goccia di liquore Strega.
In una ciotola si mescola l’uovo con lo zucchero fino a renderlo spumoso; si aggiunge l’olio di semi di mais, il liquore Strega, il latte, il pizzico di sale. Si mescola il tutto, poi si versare poco per volta la farina ed il lievito setacciati. Si amalgama il tutto fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. Si aggiunge l’uvetta ben strizzata e si continua ad amalgamare. Si lascia riposare per 15 minuti circa.
Si fa scaldare l’olio per friggere, quando arriverà a temperatura con l’aiuto di un cucchiaino (è meglio prima ungerlo nell’olio per far scivolare il composto) si prende parte del composto e aiutandosi con un altro cucchiaino o con il dito indice, si fa scivolare nell’olio caldo, ma non caldissimo. 
Si fanno cuocere poche per volta a fuoco medio per dare il tempo alle castagnole di gonfiarsi e dorasi da tutte le parti. Si scolano e si fanno asciugare su carta assorbente. 
Ancora tiepide si passano nello zucchero semolato e cannella.




lunedì 17 febbraio 2020

Rigatoni con broccoletti siciliani e ‘nduja al forno

Sono dei rigatoni conditi con broccoletti siciliani (in dialetto sparacelli o spareceddi) ripassati in padella con aglio e peperoncino, cotti in forno con l’aggiunta di ‘nduja, fiodilatte e Grana Padano.





Rigatoni con broccoletti siciliani e ‘nduja al forno



Ingredienti:

350 g di rigatoni
500 g circa di broccoletti siciliani (sparacelli o sparaceddi)
100 g di fiordilatte
60 g di Grana Padano
2 cucchiaini di 'nduja
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva
peperoncino
sale


Preparazione:

Si mondano il broccoletti, si lavano per bene e si fanno bollire in acqua calda. Si scolano, si fanno raffreddare. In una larga padella si fa scaldare l’olio extra vergine di oliva con il peperoncino, si uniscono i broccoletti siciliani e si fanno saltare per 5 minuti circa.
Si porta ad ebollizione abbondante acqua per la pasta, si cuoce e si scolano alcuni minuti prima della fine di cottura, si aggiunge ai broccoletti, si fa saltare il tutto. 
In una pirofila si mette un filo di olio extra vergine di oliva, si versa la pasta condita,  si aggiunge qua è là 'nduja, i fiocchetti di fiordilatte e si spolvera con il formaggio. 
Si mette in forno caldo a 200° C per 30 minuti circa, finché sarà tutto gratinato.




giovedì 13 febbraio 2020

Mshat, Frittelle di cavolfiore

Sono delle frittelle di cavolfiore molto comuni in Palestina e Giordania, sono facile e gustose.
La ricetta, con minime varianti, l’ho tratta da Pop Palestine. Viaggio nella cucina popolare palestinese. Salam cuisine tra Gaza e Jenin di Fidaa I A Abuhamdiya, Silvia Chiarantini e Alessandra Cinquemani, già consultato per la ricetta dei Ceci croccanti e i Falafel.



Mshat, Frittelle di cavolfiore


Ingredienti:

1 cavolfiore medio tagliato a cimette e lessato
150 g di farina 0
3 uova
ciuffo di prezzemolo tritato
1 cucchiaino di cumino
pizzico di bicarbonato
sale
pepe
olio di semi arachide per friggere 

Preparazione:

Si tagliano a tocchetti le cimette di cavolfiore lessate. 
In una ciotola si mescolano le uova, la farina, il sale, il pepe, il pizzico di bicarbonato. Si ottiene una pastella liscia e densa, si unisce il prezzemolo, il cumino  infine i pezzettini di cavolfiore. 
Dopo aver riscaldato l’olio di semi di arachide, si versano cucchiaiate di composto, si friggono man mano, si scolano e si mettono su un foglio di carta paglia per eliminare l’olio in eccesso. 




lunedì 10 febbraio 2020

Mezzi rigatoni con cavolo cappuccio, speck e scimudin

Sono dei mezzi rigatoni cotti in forno con cavolo cappuccio stufato in padella  con scalogno, semi di cumino e speck  tagliato a listarelle. Come formaggio ho aggiunto lo  Scimudin,  un formaggio fresco a pasta molle e crosta sottile della Valtellina; infine una spolverata di Parmigiano Reggiano e fiocchetti di burro.
L'abbinamento cavolo cappuccio con salumi, specialmente con lo speck mi piace molto,  come si può vedere nel Cavolo cappuccio in padella con speck e scamorza e nell’Insalata di cavolo cappuccio e speck.



Mezzi rigatoni con cavolo cappuccio, speck e scimudin


Ingredienti:

400 g di mezzi rigatoni
300 g di cavolo cappuccio
100 g di speck 
150 g di Scimudin o altro formaggio a pasta molle
50 g di Parmigiano Reggiano
40 g di burro
1 scalogno
1 cucchiaio di aceto di mele
semi di cumino a piacere
pepe nero
sale


Preparazione:

In una larga padella si fa stufare con una piccola parte del burro lo scalogno tagliata sottilmente, si aggiunge il cavolo cappuccio tagliato sottilmente, si copre e si lascia cuore a fuoco lento per 10-15 minuti; si sfuma con aceto di mele, si aggiunte il sale, il pepe nero e i semi di cumino. Si continua a cuocere per alcuni minuti, poi si aggiunge lo speck tagliato a listarelle, si gira e si lascia intiepidire.
Nel frattempo si fa cuocere la pasta al dente, si scola e si unisce al cavolo cappuccio e lo speck, si fa insaporire, si trasferisce in una pirofila, si aggiunge il formaggio tagliato a tocchetti, si spolvera con il parmigiano, si aggiungono fiocchetti del restante burro.  Si mette in forno caldo a 180° C fino a quando i formaggi saranno sciolti, si sarà formata la crosticina.




giovedì 6 febbraio 2020

Biscotti morbidi al caffè e cacao

Sono dei semplici biscotti morbidi al caffè e cacao amaro. Deliziosi!


Biscotti morbidi al caffè e cacao



Ingredienti:

Per circa 20 biscotti

250 g di farina 00
50 g di cacao amaro
100 g di zucchero Semolato
50 g di olio di Semi di Mais
1 tazzina di caffè 
1 uovo
mezza bustina di lievito per dolci
zucchero a velo 
cacao amaro in polvere


Preparazione:

In una ciotola si versa lo zucchero, l’uovo  e l’olio di semi di mais, si mescola per qualche minuto, poi si aggiunge il caffè, si mescola. Pian piano si aggiunge la farina setacciata con il cacao amaro ed li lievito,  Si amalgama il tutto. Si avrà un composto abbastanza morbido. Con due cucchiaini si formano delle “quenelle” si passano nello zucchero a velo miscelato al cacao amaro; si dispongono su una placca foderata di carta forno.
Si mettono in forno caldo a 180° C per 12-15 minuti, dipende dal forno e da quanto si vogliono morbidi.
Si sfornano e si lasciano raffreddare.



lunedì 3 febbraio 2020

Strudel ripieno di gallina e verza

La carne di gallina lessa utilizzata per il brodo dei passatelli, l’ho unita alle foglie di verza, pecorino romano e granella di pistacchi, per realizzare questo strudel. 



Strudel ripieno di gallina e verza



Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare o circolare
mezza gallina lessa disossata
10-12 foglie di verza
60 g di Pecorino romano
20 g di pistacchi in granella
paprika a piacere
pangrattato
olio extravergine di oliva
latte per spennellare

Preparazione:

In una ciotola si mette la carne di gallina lessa sfilacciata, si unisce la verza tagliata a pezzetti, il pecorino romano grattugiato, la paprika, la granella di pistacchi infine un filo di olio extra vergine di oliva. Si mescola il tutto. 
Si srotola la pasta sfoglia, si bucherella il fondo, si sparge un po’ di pangrattato, si versa il composto, si sparge per tutta la superficie lasciano i bordi di 1 cm. Si arrotola dalla parte corta, stringendo bene, si fanno dei tagli obliqui. Si spennella con il latte.
Si mette in forno caldo a 200° C per 30-35 minuti, finché sarà dorato. Si sfornano e si lascia raffreddare. 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...