venerdì 12 agosto 2022

Spaghettoni con le vongole

Spaghetti con le vongole ed è subito vacanza. Profumo di mare.



Spaghettoni con le vongole






Ingredienti:

400 g di spaghettoni
1 Kg di vongole veraci o lupini
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di vino bianco secco
prezzemolo fresco
olio extra vergine di oliva
pepe nero
sale


Preparazione:

Si mettono le vongole veraci o lupini in acqua salata e si lasciano per un’ora circa, cambiando ogni tanto l’acqua.
Si prende un’ampia padella si trasferiscono le vongole, si unisce uno spicchio di aglio ed i gambi del prezzemolo, si copre con il coperchio e si lasciano cuocere a fuoco vivo alcuni minuti in modo da farle aprire. Una volta aperte si tolgono dalla padella, si scolano e si filtra il liquido di cottura con un colino o con panno per eliminare eventuali residui di sabbia, si mette da parte. Si fanno raffreddare le vongole; si separano i molluschi dalle valve, alcune si lasciano con le valve.

Si fa imbiondire l’altro spicchio d’aglio in olio extra vergine di oliva, si unisce il vino bianco secco, il brodo di cottura delle vongole filtrato e si fa cuocere per 5 minuti circa. 

Nel frattempo si fa cuocere la pasta, si scola a metà cottura o molto al dente, si tiene l’acqua di cottura. La pasta si unisce al liquido di cottura delle vongole ed al vino, si gira, si unisce un mestolo di acqua di cottura si continua a girare per formare la cremina, se occorre si aggiunge altra acqua di cottura. Infine si aggiungono le vongole, un po’ di prezzemolo tritato ed una macinata di pepe nero, si fa saltare il tempo di far insaporire.  
S’impiatta aggiungendo un filo d’olio extra vergine di oliva ed a piacere altro prezzemolo tagliato grossolanamente. 





mercoledì 10 agosto 2022

Frese lunghe integrali con pomodori camoni, pesto di rucola, mandorle e burrata

Sono delle frese integrali condite con pomodori camone, pesto di rucola, burrata e mandorle tostate.  Semplicemente buono.



Frese lunghe integrali con pomodori camoni, pesto di rucola, mandorle e burrata



Ingredienti:

4 Frese lunghe integrali
250 g di pomodori camoni
80 g di burrata
lamelle di mandorle tostate
sale
pepe nero

Per il Pesto di rucola mandorle 

80 g di rucola
20 g di mandorle
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Dopo aver lavato bene la rucola si mette in un cutter con l’aglio, le mandorle, si aggiunge a filo l’olio extra vergine di oliva e si frulla a scatti fino ad ottenere il pesto. Si aggiunge il sale, il pepe, si amalgama il tutto.

In un recipiente si tagliano i pomodori camoni a spicchi, si condiscono con olio extra vergine di oliva, sale e  pepe nero.

Si bagna leggermente le frese, si depositano i pomodori camoni conditi; sopra si mette il pesto di rucola, si aggiunge la burrata e le lamelle di mandorle tostate.




Frese lunghe integrali con pomodori camoni, pesto di rucola, mandorle e burrata





lunedì 8 agosto 2022

Pasta al pesto cilentano

Ricetta letta nel libro “Sud. La grande cucina. 500 ricette della tradizione mediterranea”, Slow Food, 2018. E’ una ricetta campana, del bellissimo cilento. Il pesto è composto di pomodorini freschi conditi,  ricotta di bufala e basilico. Un pesto perfetta per condire la pasta, fresco e saporito.




Pasta al pesto cilentano






Ingredienti:

400 g di bucatini o mezzanelli
300 g di pomodorini 
200 g di ricotta  di bufala
30 g di ricotta secca di bufala affumicata
mazzetto di basilico
1 spicchio di aglio
origano
peperoncino
olio extra vergine di oliva
sale


Preparazione:

Si tagliano i pomodorini a dadini, si condiscono con sale, olio extravergine di oliva, peperoncino, origano e aglio a pezzetti.
In un boccale si mette il basilico, olio extravergine di oliva, sale e ricotta secca grattugiata, si frulla il tutto. Si versa il composto sui pomodorini, si amalgama bene e si rimette tutto nel frullatore fino ad ottenere un salsa omogenea.
Si travasa la salsa in una padella, si fa riscaldare per due minuti, si spegne e si stempera gran parte della ricotta fresca.
Si cuoce la pasta al dente, si scola e si versa nella padella e si manteca a fuoco spento.
Si impiatta e si aggiunge a piacere altri fiocchi di ricotta fresca e ricotta secca.






 

venerdì 5 agosto 2022

Insalata di ceci aromatizzati con verdure crude

La ricetta è tratta da Jerusalem di Yotam Ottolenghi e Sami Tamimi, è una combinazione di una insalata di verdure crude e di ceci speziati caldi cotti in padella. 
Ottima da sola o accompagnata con delle Focaccine di ceci cotte in padella; Finocchi in agrodolce, Melanzane condite con limone e menta e Mozzarelline marinate.


Insalata di ceci aromatizzati con verdure crude






Ingredienti:

100 g di ceci secchi
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio


Condimento ceci

1 cucchiaino di cardamomo macinato
1 cucchiaino e mezzo di pimento
1 cucchiaino di cumino macinato
15 ml di olio d’oliva
sale


Verdure

2 piccoli cetrioli 
2 grossi pomodori 
240 g di ravanelli
1 peperone rosso piccolo
1 cipollotto di Tropea
15 g di prezzemolo sminuzzato

Condimento delle verdure

75 ml di olio d’oliva
2 cucchiai di succo di limone
scorza grattugiata di 1 limone 
1 cucchiaio e mezzo di aceto di sherry
1 spicchio d’aglio schiacciato
1 cucchiaino di zucchero extra fine


Preparazione:

La sera prima si mettono i ceci in una ciotola capiente con abbondante acqua fredda e bicarbonato di sodio e  si lasciano per una notte. Il mattino dopo si scola e si trasferiscono in una grande casseruola con acqua. Si fanno cuocete a fuoco lento per un’ora, schiumando il liquido, fino a che saranno diventati morbidi. Si scolano. 
Si taglia il cetriolo, il pomodoro, i ravanelli e il peperone in dadi, il cipollotto a pezzetti. Si mette il tutto in una ciotola con prezzemolo tritato e si mescola.

In una ciotola si mettono tutti gli ingredienti del condimento delle verdure, si miscela e si versa sulle verdure e si mescola piano.


Si mettono su un piatto il cardamomo, il pimento, il cumino, il sale, si versano i ceci e si fanno insaporire dalla spezie. 
Si scalda una padella con l’olio extra vergine di oliva, si aggiungono i ceci e si fanno friggere per due tre minuti, muovendo la padella, per non farli bruciare.

Si dispongono sul piatto le verdure condite ad anello, si versa al centro i ceci aromatizzati caldi.




Insalata di ceci aromatizzati con verdure crude








 

mercoledì 3 agosto 2022

Focaccine di ceci cotte in padella

La ricetta è tratta dalla rivista La Cucina Italiana di Giungo 2014. Sono delle focaccine di farina di  ceci  e farina di frumento cotte in padella semplici e gustose.


Focaccine di ceci cotte in padella




Ingredienti:

125-150 g circa di farina 0
125 g farina di ceci
120 g circa di acqua tiepida
20 g strutto
2 g bicarbonato
5 g di sale
pizzico di zucchero


Preparazione:

In una ciotola si mettono le farine, lo strutto, il sale, lo zucchero, il bicarbonato e pian piano l’acqua tiepida. Si impasta fino ad ottenere un composto liscio, se occorre si aggiunge altra farina 0, si lascia riposare per 30 minuti.
Si divide in palline, si coprono con un canovaccio umido, per 10 minuti.
Si fa scaldare una padella antiaderente con un po’ di olio, si prendono le palline si schiacciano e si mettono sulla padella calda, si fanno cuocere 3 minuti per lato.  





lunedì 1 agosto 2022

Mozzarelline marinate

Sono delle mozzarelline, nel mio caso della dimensione di confettini, marinate con una miscela di  olio extra vergine di oliva, succo e scorza di limone, aglio, menta e basilico. Sono ottime come antipasto o da condimento per insalate o paste fredde.


Mozzarelline marinate



Ingredienti:

250 g di mozzarelline o formato confettini freschi

Per la marinata
1 limone, buccia e succo
1 spicchio d'aglio, affettato sottilmente
foglie di menta fresca
foglie di basilico fresco
4-5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si scolano le mozzarelle, si tamponano, si mettono in un recipiente.
In una ciotola si mettono tutti gli ingredienti della marinata, si emulsionano e si aggiungono alle mozzarelline. Si lasciano marinare coperte per almeno 45 minuti a 1 ora a temperatura ambiente prima di servire.




giovedì 28 luglio 2022

Palline di ricotta, acciughe e zenzero con panatura croccante

La ricetta si ispira ad una vista tempo fa da Pixelicious. L’accostamento ricotta e acciughe, mi è sempre piaciuto, ma quello che mi ha stuzzicato è la panatura croccante. Io ho utilizzato come panatura croccante una frisella, mandorle e pistacchi tostati in un filo di olio extra vergine di oliva, dove ho fatto sciogliere l’acciuga.



Palline di ricotta, acciughe e zenzero con panatura croccante



Ingredienti:

Per 12 palline 

200 g di ricotta di mucca ben sgocciolata
3 filetti di acciughe
1 cm di radice di zenzero
30 g di Grana Padano
pangrattato (opzionale)
pepe nero
origano

Panatura croccante

1 frisella
1 filetto di acciuga
10 g di mandorle a scaglie 
10 g di pistacchi
peperoncino


Preparazione:

Si mette la ricotta in una scodella si aggiungono le acciughe spezzettate, il formaggio, il pepe, la radice di zenzero grattata e l’origano; si amalgama il tutto fino ad avere un composto omogeneo se occorre si aggiunge del pangrattato.
Con le mani si formano delle palline si adagiano su un piatto, si coprono e si mettono in frigorifero  per almeno un’ora.
Nel frattempo, in un cutter si mette 1 frisella, si aggiungono le mandorle a scaglie, i pistacchi e il peperoncino si trita il tutto, fino ad avere una granella.
Si fa scaldare un padellino si aggiunge un filo di olio extra vergine di oliva si fa sciogliere l’acciuga, si unisce la granella si fa tostare il tutto. Si lascia raffreddare.
Passato il tempo di riposo delle palline di ricotta, si tolgono dal frigo e si passano nella panatura croccante, si mettono in un piatto di portata o in una scodella e si serve.






lunedì 25 luglio 2022

Insalata di farro, peperoni ed olive

Lo spunto è una ricetta di Yotam Ottolenghi, ma ho fatto alcune modifiche nella grammatura ed alcuni ingredienti. E’ perfetta in questo periodo.



Insalata di farro, peperoni ed olive




Ingredienti:

200 g di farro perlato
2 peperoni rossi
60 g di olive perenzane snocciolate 
1 cucchiaio di origano fresco 
1 cipollotto di Tropea
80 g di mozzarelline 

Per il condimento

Succo di 1 limone medio
3 cucchiai di olio d'oliva
1 cucchiaino di miele
mezzo cucchiaino di pimento
mezzo cucchiaino di paprika affumicata
mezzo spicchio d'aglio schiacciato
mezzo cucchiaino di sale 

Ingredienti:

Si lava bene il farro, si mette in una pentola con acqua calda si fa cuocere come indicato nella confezione, si scola e si fa raffreddare.

Nel frattempo si lavano i peperoni, si tagliano a striscione, si fanno cuocere in una padella con olio extra vergine di oliva, fine a che saranno morbidi. 

In una ciotola si mettono tutti gli ingredienti del condimento, si emulsiona. 

Si mette il farro in una ciotola capiente, si aggiungono i peperoni cotti, le olive tagliate a metà , l'origano, i cipollotto tagliato e le mozzarelline. Si versa il condimento e  si mescola. 

giovedì 21 luglio 2022

Gelato variegato al succo di amarena

La base è il gelato che si fa in casa senza gelatiera, basta la panna ed il latte condensato; a questo ci ho aggiunto solo il succo delle amare sciroppate che adoro.
Semplicemente buono.






Gelato variegato al succo di amarena






Ingredienti:

Un contenitore di circa 1 litro

500 ml di panna vegetale da montare fredda
390 g di latte condensato zuccherato freddo
3 cucchiai di succo di amarena sciroppate


Preparazione:

In una ciotola si monta la panna *, ben fredda di frigo, a neve ferma. Si unisce pian piano il latte condensato e si monta nuovamente.
Si versa il composto in un contenitore, si aggiunge il succo di amarena sciroppate, sulla superficie, si copre  con il coperchio, si mette in congelatore minimo per 6 ore, meglio tutta la notte. 
Prima di servirlo, prelevate il contenitore lasciato per qualche minuto a temperatura ambiente. 


* Prima di iniziare a montare la panna è consigliabile mettere la ciotola e le fruste in frigorifero per alcune ore, in modo da facilitare la montatura.







lunedì 18 luglio 2022

Panini cotti in padella con pollo e peperoni

Sono dei panini cotti in padella che prendono spunto dal pane di origine marocchina chiamato Bat bot. Li ho riempiti con la carne di pollo con i peperoni, un classico estivo della mia città. Il pollo l’ho cotto alla cacciatora romana, poi ho aggiunto i peperoni per farli insaporire insieme. 
Una panino veramente gustoso!






Panini cotti in padella con pollo e peperoni


 

Ingredienti:


Per i Panini in Padella

100 g di farina 00
100 g di semola rimacinata di grano duro
130 g di acqua 
3 g di lievito secco
4 g di zucchero
4 g di sale


Per il pollo

700 g di pollo a pezzi possibilmente ruspante
rosmarino
salvia
alloro
bacche di  ginepro
1 spicchio di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di aceto bianco
olio extra vergine di oliva
sale 
pepe nero


Per i peperoni

2 peperoni medi rossi, gialli o verdi
2 pomodori piccoli ramati
1 cipolla piccola dorata
olio extra vergine di oliva
sale 
pepe nero



Preparazione:

Per i Panini. Si versa l’acqua tiepida in un recipiente poi si aggiunge il lievito e lo zucchero, si lascia attivare per alcuni minuti. Si aggiunge metà della farina e si mescola, quando sarà assorbita si aggiunge il resto, alla fine il sale. Si continua a mescolare, appena l’impasto si stacca dalle pareti, si trasferisce sulla spianatoia e si continua a lavorare fino a quando i liquidi saranno ben assorbiti. Per dare forza all’impasto si danno alcune pieghe di sovrapposizione, si forma una pagnotta e si copre, lasciandola riposare per 10 minuti.  
Una volta trascorso il tempo, si divide l’impasto in 4 parti, si appiattiscono uno spessore che può essere di circa 0,5 cm ad 1 cm a seconda se i panini si vogliono più vuoti oppure con più mollica. Si spolverizza la spianatoia con la farina e si sistemano ben distanziati l’uno dall’altro. Si coprono con un telo e si lasciano lievitare minimo per 1 ora.
Si scalda bene una padella antiaderente, quando è calda, si abbassa la fiamma e s’iniziamo a cuocere i panini, minimo 5-6 minuti per parte finché saranno gonfi e dorati. 
Si tolgono dalla pentola e si lasciano raffreddare su una grata.

Panini cotti in padella




Per il Pollo con i peperoni. In una ciotola si mette l’aglio schiacciato, la salvia, il rosmarino, alloro, le bacche di ginepro schiacciate, il vino bianco, l’aceto, il pepe nero ed il sale. Si mescola il tutto e si lascia riposare minimo 1 ora.
In un’ampia padella si mette un filo di olio extra vergine di oliva, si mette il pollo dalla parte della pelle. Si copre e si lascia bene rosolare da entrambe le parti, devono risultare croccanti. Dopo che si è ben rosolato, si aggiunge la marinata, si copre e si continua a cuocere a fuoco moderato, finché la carne sarà tenera. 

Si lavano i peperoni, si tolgono i semi e si tagliano a listarelle. Si prende un’ampia padella si fa scaldare l’olio extra vergine e si fa imbiondire la cipolla tagliata a fettine, si aggiungono le listarelle di peperone, si sala e si fanno cuocere a fuoco alto per 5-8 minuti, girando ogni tanto, poi si abbassa la fiamma e si lascia cuocere finché saranno cotti, ma ancora croccanti, si aggiungono i pomodori tagliati a pezzetti e si fa cuocere per 5-6 minuti.
Quando il pollo sarà cotto, si uniscono i peperoni e si lascia insaporire, il tempo di far amalgamare i sapori. 


Pollo con i peperoni




Si spolpa il pollo e si sfilaccia la carne, si irrora con il suo intingolo ed i peperoni.
Si tagliano i panini non completamente e si farciscono con la carne di pollo e i peperoni.


Panini cotti in padella con pollo e peperoni










 

giovedì 14 luglio 2022

Polpette di fiocchi di latte con pomodorini e sardine in olio piccante

La ricetta si ispira liberamente ad una ricetta letta anni fa sulla rivista Sale&Pepe di luglio 2015. Nella ricetta originale c’era la ricotta di pecora, io l’ho sostituita con i fiocchi di latte, ho utilizzato delle sardine in olio piccante ed ho  aggiunto come erba aromatica l’origano che secondo me si sposa molto bene. Sono veloci e ottime in questo periodo.



Polpette di fiocchi di latte con pomodorini e sardine in olio piccante






Ingredienti:

250 g di pomodorini ciliegia
250 g di fiocchi di latte
100 g di farina 0
60 g di Grana Padano
3 filetti di sardina in olio piccante
1 uovo
basilico
origano
olio extra vergine di oliva
sale

Preparazione:

In una ciotola si mettono i fiocchi di latte, l’uovo, il formaggio, sale, si aggiunge pian piano la farina, si lavora fino ad avere un composto compatto.
Con le mani bagnate si formano delle palline e si schiacciano leggermente formando delle polpette.

Si fa scaldare l’olio extra vergine di oliva in un’ampia padella si depositano le polpette e si fanno cuocere da un lato e dall’altro fino a che saranno dorate. 
Una volta cotte si scolano dall’olio in eccesso e si mettono da parte.

Nella stessa padella si mette un filo di olio extra vergine di oliva, si fa scaldare si aggiungono i pomodorini tagliati a metà, si fanno cuocere dopo 5-8 minuti si schiacciano leggermente, si sala, si spolvera con l’origano e si aggiungono i filetti di sardina con un po’ del loro olio piccante e le polpette di fiocchi di latte; si lascia insaporire, si aggiungono le foglie di basilico spezzettate.






lunedì 11 luglio 2022

Spaghettoni con bottarga di muggine, burrata, capperi caramellati e scorze di limone

E’ un piatto estivo che sa di mare ed è fresco. L’abbinamento degli ingredienti li vidi tempo fa da Filippo La Mantia. Mi aveva stuzzicato la presenza dei capperi caramellati; mi sono lasciata ispirare non avendo la ricetta sono andata a sentimento, ed è stata una vera sorpresa. 


Spaghettoni con bottarga di muggine, burrata, capperi caramellati e scorze di limone



Ingredienti:

380 g di spaghettoni
130 g di burrata di bufala
30 g di bottarga di muggine in polvere
scorza di un limone 
1 spicchio di aglio
prezzemolo
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero in grani

Per i capperi caramellati

30 g di capperi sotto sale 
2 cucchiai di zucchero
acqua

Preparazione:

Si porta ad ebollizione l'acqua per la pasta, si fa cuocere.
Nel frattempo in un pentolino antiaderente si mettono i capperi dissalati in precedenza, 2 cucchiai di zucchero e un po’ d’acqua. Si lascia cuocere dolcemente, fino a far lucidare i capperi.
In una larga padella si fa scaldare l'olio extra vergine di oliva con un spicchio di aglio, si aggiunge un po' di prezzemolo tagliato grossolanamente e le scorze di limone, si fanno cuocere per un minuto e si aggiungono due mestoli di acqua di cottura della pasta.
Si scola la pasta molto al dente, si lascia un po' di acqua di cottura. Si mette la pasta nella padella e si gira continuamente facendo assorbire l'acqua di cottura, si spegne e si aggiunge un po' di burrata di bufala, una spolverata di bottarga di muggine e di pepe nero. Si continua a girare.
S'impiatta e si aggiunge un'altra spolverata di bottarga, la burrata di bufala ed i capperi caramellati.



Spaghettoni con bottarga di muggine, burrata, capperi caramellati e scorze di limone






giovedì 7 luglio 2022

Çilbir. Uova con yogurt alla turca

Il termine Çilbir in Turchia indica delle uova in camicia depositate su un letto di yogurt insaporito di aglio tritato ed aneto, a cui viene poi unito un burro aromatizzato con pepe di Aleppo, ma quando non è disponibile si può sostituire con la paprika affumicata o/e peperoncino. 
Nell'era ottomana, il termine çilbir indicava solamente le uova in camicia. Nel corso dei secoli, i cuochi affinarono la ricetta, diventando quella attualmente conosciuta che, all’inizio del XX secolo, era la preferita del sultano Abdul Hamid II.
Çilbir l’ho accompagnato con il pane turco, il Bazlama.


Çilbir. Uova con yogurt alla turca





Ingredienti:

4 uova
8 cucchiai di yogurt intero
40 g di burro salato 
paprika affumicata 
1 peperoncino a pezzetti
1 spicchio d'aglio 
barbe di finocchio o aneto
prezzemolo 
sale 
aceto di vino bianco



Preparazione:

In una ciotola si mette lo yogurt, si aggiunge il sale, l’aglio schiacciato e le barbe di finocchio o aneto. Si mescola il tutto.
In un pentolino si fa sciogliere il burro con la paprika affumicata, ed il peperoncino a pezzettini fino ad ottenere una salsa ambrata.
Si fa bollire l’acqua si aggiunge un po’ di aceto di vino bianco. Si sguscia l’uovo su un piattino e prima di lasciarlo scivolare nell’acqua bollente, si gira quest’ultima con un cucchiaio facendo una sorta di mulinello. Si lascia rassodare l’albume intorno al tuorlo e si cuoce per 2-3 minuti. Si prende con una schiumarola l’uovo e si posa su un piano di lavoro; si procede alla stessa maniera con le altre uova.
Su ogni ciotola o piatto si mette un po’ di salsa di yogurt, si aggiunge il burro alla paprika e peperoncino, sopra si deposita l’uovo in camicia. Si aggiunge altro burro alla paprika ed a piacere prezzemolo e barbe di finocchio o aneto.



Çilbir. Uova con yogurt alla turca






lunedì 4 luglio 2022

Bazlama

Bazlama è un tipico pane turco che ricorda il pane naan ed il pane pita. Il Bazlama si mangia in purezza per accompagnare le pietanze, oppure si può cospargere di burro sciolto e paprika affumicata, o di olio aglio e prezzemolo, o altre spezie ed olio.

Cosparso di burro sciolto e paprika affumicata è una vera bontà!



Bazlama





Ingredienti:

250 g di farina 0
125-130 ml di acqua tiepida
6 g di lievito fresco
mezzo cucchiaino di zucchero
mezzo cucchiaino di sale

Burro condito alla paprika

40 g di burro salato 
paprika affumicata 
1 peperoncino a pezzetti

Preparazione:

Si riscalda l’acqua, si mette parte in un bicchiere si aggiunge il lievito e lo zucchero e si fa attivare. 
Si setacciano la farina, si mette in una terrina, si versa l'acqua con il lievito, si incomincia ad impastare aggiunge altra acqua piano piano, infine il sale. Si continua a lavorare fino ad avere un composto ben liscio. Si copre e si lascia lievitare fino al raddoppio.
Trascorso il tempo, si divide l’impasto in 4-6 parti e si formano delle palline, si coprono e si lasciano lievitare, minimo per  mezz'ora. 
Passato il tempo si stendono con un mattarello dei dischi di 14-16 cm, alti mezzo centimetro. 
Si fa scaldare una pentola antiaderente, con il fondo abbastanza spesso, si mette il disco di pane si fa cuocere a fiamma medio bassa, girandola spesso in modo di non farlo bruciare, deve rimanere morbido. Una volta cotto, si deposita su un piatto. Man mano si procede con gli altri dischi, soprapponendoli una volta cotti, per farli rimanere caldi.


In un pentolino si fa sciogliere il burro con la paprika affumicata ed il peperoncino a pezzettini fino ad ottenere una salsa ambrata.
Si cosparge il pane con il burro sciolto aromatizzato alla paprika affumicata ed il peperoncino.


giovedì 30 giugno 2022

Pizza di gallette al limoncello ed amarene sciroppate

La Pizza di gallette o torta con biscotti e crema pasticcera era ed è un dessert casalingo semplice, veloce  ed economico molto in voga negli anni passati. Si utilizzano le gallette i biscotti secchi dal bordo merlato quelli con la scritta Petit, vengono bagnati leggermente con il Vermouth o altro liquore ed intervallati dalla crema pasticcera. Il tutto messo in frigo.
Quando ho visto  nel  libro di Peppe Guida  Le ricette di casa mia. 100 ricette a spreco zero per onnivori, vegetariani, ma soprattutto veri buongustai,  la sua versione con il limoncello, le amarene sciroppate e la famosa crema di Don Salvatore, mi è venuta voglia di farla. Da un lato è stato un piacevole tuffo nel passato, dall’altro una piacevole variante.


Pizza di gallette al limoncello ed amarene sciroppate






Ingredienti:

300 g di biscotti secchi tipo Petit
Limoncello 
amarene sciroppate

Crema di Don Salvatore

500 g di latte intero
200 g di zucchero semolato
70 g di farina o amido di mais
2 tuorli d'uovo
1 limone biologico


Preparazione:

Per la Crema di Don Salvatore. Si mette a scaldare il latte con le scorzette di limone.
In un tegame si mette la farina setacciata e lo zucchero, si mescola, si aggiunge un mestolo di latte e si crea una sorta di pastella morbida, si mescola con la frusta. Si uniscono i tuorli sbattuti e si mescola energicamente. Si unisce un altro mestolo di latte caldo, si gira e si aggiunge in un colpo solo il restante latte. 
Si mette sul fuoco e si mescolate energicamente, raccogliendo bene dai bordi e dal fondo tutta la crema, fino a che non si formano le prime bolle. 
Si versa in un recipiente largo e si lascia raffreddare coperta dalla pellicola.


Pizza di gallette al limoncello ed amarene sciroppate



Si bagnano i biscotti nel limoncello, si depositano su un stampo rettangolare o su un vassoio, si versa sopra la crema, le amarene sciroppate spezzettate, si copre con i biscotti bagnati nel limoncello. Si prosegue cosi, fino alla fine degli ingredienti.
Si mette in frigo e si serve freddo.
Io l’ho servita con una spolverata di zucchero a velo.






lunedì 27 giugno 2022

Crescia sfogliata di Urbino

La Crescia sfogliata è una specialità marchigiana tipica di Urbino, di origine molto antica sembra che fosse molto apprezzata alla corte di Federico da Montefeltro duca di Urbino, già nel XV secolo.
È  simile apparentemente alla vicina piadina romagnola o altri pani mediterranei, ma l’impasto è diverso in quanto sono presenti le uova, il latte e soprattutto il pepe nero che oltre allo strutto per la “sfogliatura” le dona un profumo e sapore. 
L’abbinamento tradizionale è con il prosciutto crudo e la la famosa casciotta d’Urbino, ma si può gustare con salumi, erbette di campo ripassate in padella ecc.




Crescia sfogliata di Urbino




Ingredienti:


Per 4 crescie

250 -300 g di farina 0 
1 uovo
25 g di strutto 
60 g di acqua a temperatura ambiente
40 g di latte intero a temperatura ambiente
sale
pepe nero


50 g di strutto per sfogliare


Farcitura

Prosciutto crudo
formaggio morbido
rucola


Ingredienti:

In una ciotola si setaccia la farina, si aggiunge l’uovo, lo strutto, il sale ed il pepe nero, si impasta si aggiunge pian piano l’acqua ed il latte. Si trasferisce su una spianatoia infarinata, si lavora fino a formare un composto liscio, si divide in 4 panetti. Si copre con un canovaccio e si lascia riposare minimo per 30 minuti.


Crescia sfogliata di Urbino




Passato il tempo si stendono dei dischi di circa 2 millimetri di spessore, si spalmano con un sottile strato di strutto, si arrotola fino ad formare un cilindro, si arrotola su se stesso fino a formare una chiocciola e si gira verso il basso l’estremità finale. Si sistemano su un piatto, si coprono con la pellicola trasparente si mettono in frigorifero per 1 ora circa.

Passato il tempo si stendono le chiocciole in dischi di 3 millimetri di spessore. 
Si fa scaldare un testo di ghisa, si dispone la crescia e si fa cuocere a fuoco medio basso, ruotandola di su se stessa, quando il fondo diventa dorato, si gira e si cuoce dall’altro lato. 
Una volta cotta si depone su un piatto e si copre. Si continua con gli altri dischi.




Crescia sfogliata di Urbino






giovedì 23 giugno 2022

Purgatorio alla calabrese

Il purgatorio alla calabrese è un contorno semplice, molto gustoso composto di patate, melanzane, peperoni cotti in padella separatamente, poi uniti  alla fine con cipolla e pomodorini, infine profumato con basilico fresco. Si consuma freddo solitamente come contorno o per farcire il pane. La ricetta è di Anna e la sua cucina.




Purgatorio alla calabrese




Ingredienti:

4 patate medie
2 melanzane piccole
2 peperoni medi
1 cipollotta di Tropea
6-8 pomodorini
basilico fresco
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero



Preparazione:

Si tagliano le patate a tocchetti, si mettono in un padella con olio extra vergine di oliva, si fanno dorare da tutti i lati. Una volta cotte si mettono da parte.
Nella stessa padella si fanno cuocere le melanzane tagliate a tocchetti. Una volta cotte si uniscono alle patate messe da parte.
Sempre nella stessa padella si fanno cuocere i peperoni tagliati a tocchetti. Una volta cotti si aggiungono agli altri. 
Nella stessa padella si fa cuocere la cipolla tagliata a fettine, si aggiungono i pomodori tagliati a pezzetti. 
Una volta cotti, si aggiungono le altre verdure e si fa insaporire tutto insieme, si sala e si pepa.
Si aggiunge il basilico. Si lascia riposare.




Purgatorio alla calabrese







lunedì 20 giugno 2022

Spaghetti alla chitarra con pomodorini, sardine in olio piccante, burrata di bufala e condimento aromatico

Sono degli spaghettoni alla chitarra conditi con pomodorini saltati in padella con sardine in olio piccante e alla fine con l’aggiunta di di burrata di bufala e granella aromatica croccante composta di pangrattato scottato, lamelle di mandorle, origano, timo e scorze di limone.




Spaghetti alla chitarra con pomodorini, sardine in olio piccante, burrata di bufala e condimento aromatico





Ingredienti:

380 g di spaghetti alla chitarra
250 g di pomodorini oblunghi
130 g di burrata di bufala
4 filetti di sardina in olio piccante 
origano 
olio extra vergine di oliva
sale


Condimento aromatico

4 cucchiai di pangrattato
20 g di lamelle di mandorle
origano
timo
scorze di limone biologico


Preparazione:

In un padellino si fa tostare le lamelle di mandorle con il pangrattato, l’origano, il timo e le scorze di limone; una volta tostato si mette da parte.
In una padella si mette un filo di olio extra vergine di oliva, si fa scaldare si aggiungono i pomodorini si fanno cuocere per 8-10 minuti e si schiacciano leggermente, si aggiungono i filetti di sardine con un po’ del loro olio piccante, l’origano si sala e si amalgamare i sapori.
Nel frattempo si fa cuocere la pasta al dente, si scola e si aggiunge ai pomodori schiacciati, si manteca un po’, se occorre si aggiunge un po’ di acqua di cottura della pasta. Poi si unisca un po’ di burrata di bufala  si fa saltare il tutto.
S’impiatta e si aggiunge un po’ di burrata di bufala e il condimento aromatico.




giovedì 16 giugno 2022

Mini tacos di pollo

I tacos di pollo sono tipici della cucina messicana, sono costituiti da delle tortillas piegate, ottenendo una forma curva e riempite di petto di pollo speziato, cipollotti e guacamole.
Le tortillas originali messicane sono composte da una farina di mais bianco speciale chiamata masa harina, che ha avuto un processo di lavorazione diverso dalla comune farina di mais.  Non avendo questa tipologia di farina ho fatto delle tortillas veloci seguendo questa ricetta, utilizzando la farina di mais fioretto e farina di frumento.




Mini tacos di pollo





Ingredienti:

Per 6 mini tortillas
50 g di farina 00
50 g di farina di mais fioretto
150 g di acqua
Sale

Per il ripieno:

300 g di petto di pollo a fette
1 cipollotto compreso la parte verde
prezzemolo

Per la marinata del pollo

1 lime succo e scorza 
1 peperoncino
1 spicchio di aglio tritato finemente
peperoncino in polvere
paprika affumicata
semi di cumino
sale 
pepe nero
olio extra vergine di oliva

Per il guacamole

1 avocado molto maturo (io Hass)
1 lime piccolo
mezza cipolla piccola
1 peperoncino 
sale
aglio
olio di semi di mais


Preparazione:

Per il pollo. In un contenitore capiente si mettono tutti gli ingredienti per la marinata, si aggiungono le fettine di pollo si girano bene per farle ben assorbire dalla marinata. Si copre e si mette in frigo per minimo 2 ore. 
Passato il tempo in una larga padella calda, si mettono le fettine di pollo con la marinata e si fanno cuocere a fiamma alta girandole fino a quando saranno cotte. 
Si trasferiscono le fette di pollo in un piatto, si lasciano riposare per 5 minuti  e si tagliano a striscioline. 

Per le mini tortillas. In una ciotola si mescolate la farina 00 con la farina di mais fioretto ed il sale. Si aggiunge l’acqua ottenendo una pastella semiliquida. 
Si riscalda una padella antiaderente si olia la superficie, si mettono delle cucchiaiate di pastella, si allargano. Si lasciano cuocere qualche minuto, finché la base è dorata, si capovolge.
Quando saranno dorate su entrambi i lati, si trasferiscono in una ciotola e si copre. Una volte cotte tutte, si scoprono e si piegano a portafoglio, si rimettono nella ciotola, si lasciano a prendere la forma.


Per il guacamole. Si taglia l’avocado a metà nel senso della lunghezza, poi si ruota le due parti in due sensi opposti e si apre le due metà. Con un cucchiaio si scava la polpa, si trasferisce in una ciotola e si schiaccia con i rebbi di una forchetta. Si aggiungi il succo di lime, si mescola, si aggiunge la cipolla e l’aglio tagliato finemente, il peperoncino, il sale, infine olio si gira bene.


Si condiscono le mini tortillas con il guacamole, striscioline di pollo, cipollotto tagliato a fettine e prezzemolo.






lunedì 13 giugno 2022

Guacamole con tortillas chips

Il guacamole con le tortilla chips sono uno degli snack più conosciuti della cucina messicana e Tex-Mex. 
Del guacamole ci sono varie ricette, più o meno simili con l’aggiunta di ingredienti. La ricetta che propongo è abbastanza basica.
Le Tortillas chips sono dei triangoli di farina di mais fritti che si servono per accompagnare le varie salse, nascono come modo per riutilizzare i ritagli delle tortillas.
Le tortillas originali messicane, come le tortillas chips sono composte da una farina di mais bianco speciale chiamato masa harina, che ha avuto un processo di lavorazione diverso dalla comune farina di mais. Ho utilizzato della farina di mais fioretto.



Guacamole con tortillas chips






Ingredienti:


Guacamole

1 avocado molto maturo (io Hass)
1 lime piccolo
mezza cipolla piccola
1 peperoncino 
sale
aglio
olio extravergine

Tortillas chips

250 g di farina di mais fioretto più quella per la stesura
250-300 ml di acqua tiepida dipende dalla farina
sale
olio di semi di girasole 

Copertura

100 g circa di farina di mais fioretto
semi di cumino 
semi di coriandolo 


Preparazione:

Per le Tortilla chips. In una ciotola si mette la farina ed il sale, si aggiunge poco per volta l'acqua, fino ad avere un composto compatto. Si lascia riposare per 30 minuti circa
Nel frattempo si prepara la copertura; in una ciotola si mescolano farina di mais con i semi di cumino e i semi di coriandolo.
Passato il tempo di riposo, si divide l’impasto in tante palline. Si prende un foglio di carta forno si cosparge con la farina di mais, si mette una pallina dell'impasto, si cosparge con un po' farina e si copre con un altro foglio di carta forno; si stende con l'aiuto di un mattarello una sfoglia molto sottile. Si toglie il foglio di carta forno e si spolvera la superficie con il composto preparato; si taglia in tanti triangolini e si cospargono con il composto preparato.
In una padella si mette olio di girasole non deve essere tantissimo, si mettono un po' per volta i triangoli e si fanno dorare da entrambi i lati. Si fanno scolare dall'olio in eccesso.

Per il Guacamole. Si taglia l’avocado a metà nel senso della lunghezza, poi si ruota le due parti in due sensi opposti e si aprono le due metà. Con un cucchiaio si scava la polpa, si trasferisce in una ciotola e si schiaccia con i rebbi di una forchetta. Si aggiungi il succo di lime, si mescola, si aggiunge la cipolla e l’aglio tagliato finemente, il peperoncino, il sale, infine olio si gira bene.





giovedì 9 giugno 2022

Alici in tortiera

 Ho una passione per alici, questo è uno dei modi che mi piace mangiarle. Le ho cosparse di un composto di pangrattato, provolone piccante, prezzemolo tritato, origano, aglio, sale e pepe.



Alici in tortiera






Ingredienti:

600 g di alici fresche
100 g circa di pangrattato
80 g di provolone piccante
1 spicchio di aglio
ciuffo di prezzemolo
origano
olio extra vergine di oliva 
sale
pepe


Preparazione:

Si puliscono le alici asportando la testa e le interiora, si deliscano e si lavano bene. In una ciotola si unisce il pangrattato, il provolone, il prezzemolo tritato, l'origano, l'aglio, il sale e il pepe.
Si unge con olio extra vergine di oliva una teglia, si cospargere il fondo con un po’ del composto di pangrattato, si comincia a disporre un primo strato di alici con la parte interna rivolta verso l’alto e si ricopre con il composto e s’irrora di olio; si dispone un secondo strato questa volta le alici con l’interno rivolto versa il basso. Si ricopre il tutto con il pangrattato aromatico.
Si mette in forno ben caldo a 180° per 20 minuti circa, fino a quando la superficie  sarà dorata. 





lunedì 6 giugno 2022

Pasta in zuppa di totani e aceto

La ricetta è dello chef vicano Peppe Guida, tratta dal suo libro  Le ricette di casa mia. 100 ricette a spreco zero per onnivori, vegetariani, ma soprattutto veri buongustai
Nella ricetta originaria ci sono come formato di pasta i Mezzi occhi di lupo, io ho optato per una pasta corta. E’ un piatto che vi consiglio di provare, una vera bontà.



Pasta in zuppa di totani e aceto







Ingredienti:

320 g di pasta corta io boccole
600 g di totani puliti
300 g di pomodorini ciliegini 
1 mazzetto di prezzemolo
2 spicchi di aglio
peperoncino
aceto di vino bianco
olio extra vergine di oliva 
sale


Preparazione:

In un tegame si mette ad imbiondire l’aglio con il peperoncino in olio extra vergine di oliva, si aggiungono i totani tagliati, si fanno cuocere per alcuni minuti, quando cominciano a cambiare colore, si uniscono i pomodorini spaccati  metà e due mestolo li di acqua calda. Si copre e si lascia cuocere.
Nel frattempo si fa scaldare l’acqua per la pasta, si cuoce per metà cottura, si scola e si unisce ai totani (se occorre si aggiungono alcuni mestoli di acqua di cottura), e si continua la cottura.
In una larga padella si fa scaldare l’olio extra vergine di oliva, si mettono i restanti pomodorini tagliati a metà, si sala, si fanno scottare alcuni minuti e si aggiunge un goccio di aceto, si fa sfumare e si spegne.
Quando la pasta e cotta, si uniscono i pomodori, un filo di olio extra vergine di oliva ed il prezzemolo tritato; si gira e si serve.