lunedì 19 febbraio 2018

Tortino al cavolfiore

Questa ricetta è tratta da Plenty More di Yotam Ottolenghi libro uscito dopo il successo di Plenty, da cui ho tratto varie ricette. Qui il protagonista è il cavolfiore aromatizzato con vari semi e spezie. Ho fatto metà dose della ricetta originaria ed ho utilizzato uno stampo da  plumcake.




Tortino al cavolfiore



Ingredienti per 6 persone:

(Riporto la ricetta originaria, ma io ho fatto metà dose e ho utilizzato uno stampo da plumcake 26x11)

450 g di cavolfiore diviso in cimette
170 g di cipolla rossa 
150 g di parmigiano grattugiato (o altro formaggio stagionato)
120 g di farina setacciata
15 g di basilico tritato
7 uova 
mezzo cucchiaino di lievito per torte salate
1/3 di cucchiaino di curcuma
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaino di semi di nigella
mezzo cucchiaino  di rosmarino tritato
75 ml di olio extravergine di oliva
sale
pepe
burro per ungere la teglia 



Preparazione:

Si cuociono le cimette di cavolfiore in acqua calda fino a che sono morbide, ma ancora croccanti.
Si taglia la cipolla in una fetta alta circa mezzo cm, si ottengono degli anelli e si mettono da parte per il decoro; il resto della cipolla si trita, si mette in una padella con l'olio extra vergine di oliva ed il rosmarino tritato, si cuoce a fiamma bassa per circa 10 minuti. Una volta cotta si versa il tutto in una ciotola, si uniscono le uova ed il basilico si mescola bene, si aggiunge la farina setacciata col lievito, la curcuma, il Parmigiano ed un cucchiaino di sale fino e pepe, si mescola fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Si uniscono le cimette di cavolfiore cotte, si incorpora bene al composto di uova. Si fodera uno stampo da 24 cm di diametro con carta forno, si unge con burro fuso, si spolvera con i semi di sesamo e di nigella mischiati in modo che si attacchino ai bordi. Si versa il composto e si decora con le fette di cipolla tenute da parte, si cuoce in forno caldo a 180° C per circa 45 minuti, sarà cotto quando infilando uno stecchino questo ne uscirà pulito. Si lascia  intiepidire e si serve. E’ ottimo anche il giorno dopo.





9 commenti:

  1. Proprio stamattinacara, avevo il cavolfuiore da cucinare e sono certa che in questa versione sarà delizioso!!!Un bacione grande,Imma

    RispondiElimina
  2. Ma che tortino sontuoso! Un’esplosione Di gusto. Gnam

    RispondiElimina
  3. grazie per avermi fatto conoscere un'altra ottima ricetta di Ottolenghi !

    RispondiElimina
  4. Adoro il cavolfiore e faccio spesso il tortino ma il tuo è decisamente più ricco e saporito. Mi segno la ricetta del grande Ottolenghi. Buona serata

    RispondiElimina
  5. Ha l'aria di essere molto goloso. Anch'io amo il cavolfiore.

    RispondiElimina
  6. Ma che buono deve essere questo tortino !!!

    RispondiElimina
  7. Un tortino delizioso, devo assolutamente acquistarlo anch'io quel libro . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  8. Ricetta salvata...un modo diverso e gustoso per offrire i cavolfiori ai miei uomini!

    RispondiElimina

Chi desidera commentare su questo sito potrà farlo solo se è un utente collegato all'Account di Google. Quindi dovrà essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile; ciò potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.

Privacy & Cookie




Se si è deciso di lasciare un commento o un consiglio lo/la ringrazio.


Si possono cancellare i commenti inseriti. Per una eliminazione definitiva si può rivolgere all'amministratrice del sito.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...