mercoledì 23 maggio 2012

Polpettone agli odori e scamorza


Non ho mai nascosto il debole per i polpettoni. Per me non è solo un piatto di recupero di alimenti avanzati, ma anche occasione di assemblaggio e accostamenti insoliti di ingredienti. Non è questo il caso! Ho solo unito alla carne di bovino, la mortadella e gli odori utilizzati per il brodo vegetale: cipolla, carota e sedano, formaggio grattugiato e alcune fette di scamorza. Il risultato è sempre gustoso.


Polpettone agli odori e scamorza



Ingredienti:
400 g di macinato di bovino
2 fette di mortadella
100 g di scamorza
1 uovo
1 carota
1 costa di sedano con le foglie
1 cipolla dorata
1 fettina di pane raffermo ammollato nell’acqua o nel latte
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano o di Grana Padano 
farina 0  q. b.
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine d’oliva
1 spicchio di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
sale
pepe


Preparazione:
Si fa un brodo vegetale facendo bollire nell’acqua la carota, il sedano e la cipolla. Una volta pronto si filtra mettendo da parti gli odori. In una ciotola si mescolano il macinato di bovino con la mortadella tagliata a pezzetti, la fettina di pane raffermo ammollato, lo spicchio di aglio tagliato a pezzettini, il ciuffo di prezzemolo, il Parmigiano Reggiano  o di Grana Padano grattugiato, l’uovo, gli odori del brodo vegetale: la corata, il sedano e la cipolla tagliati a pezzettini, il sale e il pepe. Si dispone il composto di carne tra due foglie di carta forno, e si stende con il mattarello in modo da formare un grosso rettangolo, nel mezzo si mette la scamorza tagliata a fette. Si arrotola la carne aiutandosi con il foglio di carta forno, si compatta e si passa nella farina.
In un’ampia padella con un po’ di olio extra vergine di oliva si aggiunge il polpettone e si fa sigillare da tutte le parti in modo che si formi una crosticina. Si irrora con il vino e si lascia evaporare, si aggiungono due mestoli di brodo vegetale e si copre con un coperchio. Si fa cuocere a fuoco lento per 30-40 minuti. Se il sugo che si è formato risulta troppo liquido, si può addensare aggiungendo un po’ di farina.



Polpettone agli odori e scamorza





10 commenti:

  1. Altrochè se è gustoso!!! ;-)
    Anche io amo i polpettoni, proprio per le stesse ragioni che tu hai elencato! :-)
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  2. Anche io sono un' amante dei polpettoni che a casa mia non mancano mai...proprio stamattina ne ho postato anche io uno!!! C' è da dire che il tuo ha sicuramente una marcia in più...Mettere gli odori nell' impasto è stata una bellissima idea, ma quello che mi ha conquistata di più è quella bella scamorzina filante!!! Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Anche io amo i polpettoni e come te non li considero affatto un ricilo ma una vera e propria ricetta e la tua idea della scamorza è gustosissima!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  4. Oh si, anche io ho un debole per i polpettoni!!!! E il tuo mi attira tantissimo, bello umido e saporito! Me la segno!!!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Non sai che dare per averne una fetta...non ho ancora pranzato e guardare queste delizie a stomaco vuoto fa malissimo!!!

    RispondiElimina
  6. questo devo assolutamente provarlo, è di una golosità assurda!! un bacio :)

    RispondiElimina
  7. Il polpettone piace molto anche a me e in questa tua variante lo trovo davvero invitante! :)
    A prestissimo!

    RispondiElimina
  8. Condivido: anch'io amo molto i polpettoni e il tuo è molto goloso! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. gustoso e invitante il tuo polpettone, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...