giovedì 17 ottobre 2019

Flognarde alle mele ed uva passa

Flognarde o Flaugnarde è il nome che prende il Clafoutis, quando non si usano le ciliegie.
L'ho proposto con le fragole e Maraschino ed ecco la versione con le mele ed uva passa.
Una delizia!


Flognarde alle mele ed uva passa



Ingredienti:

per 2 persone

2 mele gala medie
125 ml di latte intero
40 g di farina 00
30 g di zucchero
25 g di burro
1 uovo grande
1 cucchiaio colmo di uva passa
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di Brandy 
cannella a piacere
zucchero a velo


Preparazione:

Si mette l'uvetta in ammollo con il Brandy ed un po' di acqua calda, il tempo di farla rinvenire.  
Si mondano le mele si tagliano a fette, si condiscono con la cannella ed un po' di zucchero di canna.
Si fa sciogliere il burro, e si lascia intiepidire.
In una ciotola si sbatte l’uovo con lo zucchero, si unisce la farina setacciata, il burro fuso e poco per volta il latte.
Si spolvera lo stampo o i stampini individuali di zucchero di canna, si mettono le mele tagliate e l'uva strizzata, si unisce il composto. Si mette in forno caldo a 180° C per 40-50 minuti, finché non sarà rassodato.
Si sforna e si lascia intiepidire, poi si spolvera con lo zucchero a velo.




lunedì 14 ottobre 2019

Zucca e tahini

La ricetta è tratta dal bellissimo libro Jerusalem di Yottam Ottolenghi e Sami Tamimi.
E’ una sorta di hummus di zucca, nella ricetta originaria è presente lo sciroppo di datteri che si può sostituire con sciroppo d'acero o melassa.
Da provare sempre degli stessi autori il loro Basic hummus.



Zucca e tahini


Ingredienti:

300 g di zucca butternut senza buccia tagliata a pezzi
60 g di yogurt greco
2 cucchiai di pasta di tahini leggera (per farla in casa si può seguire questa ricetta)
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d'aglio, schiacciato
1 cucchiaino di semi di sesamo bianchi
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di sciroppo di datteri oppure sciroppo d'acero o melassa
coriandolo tritato, prezzemolo 
sale

Preparazione:

Si spolverano i pezzi di zucca con cannella, sale ed olio extravergine di oliva, si mettono in forno caldo a  200 ° C, finché sarà morbida. Si toglie dal forno e si lascia raffreddare. 
Si trasferisce la zucca in un cutter da cucina, si unisce tahini, yogurt ed aglio. Si riduce il tutto in purea. Si mette in una scodella e si cosparge di semi di sesamo e si unisce lo sciroppo ed il coriandolo (io prezzemolo).





giovedì 10 ottobre 2019

Straccetti di vitellone con rucola scaglie di parmigiano e ceci croccanti

Sono  i classici straccetti di vitellone conditi con rucola , scaglie di parmigiano, ma ho aggiunto i ceci croccanti con paprika e cumino.



Straccetti di vitellone con rucola scaglie di parmigiano e ceci croccanti




Ingredienti:

300 g di fettine vitellone tagliate molto sottile
100 g di rucola ben lavata
30 g di Grana Padano
aceto balsamico
farina quanto basta
1 cucchiaio di vino bianco secco
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


80 g di ceci croccanti (per la ricetta leggere qui)


Preparazione:

Si tagliano le fettine di carne con le mani facendo degli stracci, si infarinano. Si fa scaldare una padella ampia un filo di olio extra vergine di oliva, si fa scottare velocemente la carne da un lato dall’altro, si sfuma con il vino bianco, si sala e si pepa. Si aggiunge una parte della rucola, si fa saltare il tutto un  minuto il tempo di far appassire la rucola. 
Su un piatto di portata si mette la rucola restante, si versa la carne, si aggiunge un goccio di aceto balsamico, il pepe, scaglie di Grana Padano infine i ceci croccanti.





lunedì 7 ottobre 2019

Timballo di Scammaro

Questo timballo prende spunto dalla famosa “frittata di scammaro” napoletana  che è una versione alleggerita della frittata di pasta, in quanto si prepara senza le uova. La pasta cotta viene insaporita con olive, pinoli, uvetta, prezzemolo ed alici, poi fritta in padella.  
Ad  ideare la ricetta fu il cuoco e letterato Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino, su richiesta di alcuni monaci che cercavano piatti da servire nei conventi nei giorni che, per precetto religioso, era obbligatorio mangiare di magro, come in tempo di Quaresima.
Il termine “scammaro” nacque in contrapposizione  al verbo “cammerare” che significa mangiar di grasso. Termine nato quando, durante la Quaresima i monaci che per motivi di salute erano obbligati a mangiare carne, la consumavano nella loro camera, in napoletano "cammera”; da qui il termine “cammerare”, quindi con la "s" davanti indicava mangiare di magro.

La pasta condita invece di friggerla in padella, ho voluto cuocerla in forno a mo’ di timballo con l’aggiunta di una spolverata di provolone piccante.


Timballo di Scammaro





Ingredienti:

350 g circa di Spaghetti
100 g di olive verdi
40 g di capperi sotto sale
20 g di pinoli
3 filetti di alici sott'olio 
1 spicchio di aglio
pangrattato
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero

80 g di provolone piccante 

Preparazione:

Si fanno dissalare i capperi. Si tagliano le olive a rondelle. In una padella si fa imbiondire lo spicchio di aglio, si aggiungono le olive ed i capperi, si fanno saltare per alcuni minuti. Si spegne e si aggiungono i pinoli e  le alici. Si lascia insaporire.
Nel frattempo si fa cuocere la pasta in abbondante acqua salata, si scola al dente, si versa nella padella e si fa insaporire per bene.

Si olia uno stampo si aggiunge un po' di pangrattato. Si versa metà della pasta condita, si spolvera con il provolone piccante grattato, si versa il restante della pasta. Si spolvera con il pangrattato e altro provolone. Si mette in forno caldo a 180° C per 20-30 minuti circa. Si sfornano, si lasciano leggermente raffreddare e si trasferiscono su un piatto.


Timballo di Scammaro






giovedì 3 ottobre 2019

Torta con l’uva bianca

Iniziamo questo mese di ottobre con uno dei miei frutti della stagione preferiti l’uva. La base della torta è uguale alla Torta di fichi e granella di mandorle.



Torta con l’uva bianca




Ingredienti:

Per uno stampo da 20 cm di diametro

200 g di farina 00
130 g di zucchero semolato
125 g di yogurt intero
2 uova intere
2 cucchiai di latte intero 
4 cucchiai di olio di semi di mais
qualche goccia di estratto di Rum
16 g di lievito per dolci
10 – 12 acini di uva bianca tipologia Italia
zucchero di canna



Preparazione:

Si  dividono i tuorli dagli albumi, si aggiunge lo zucchero  e si sbatte, si montano gli albumi a neve. Si aggiunge al composto di zucchero e tuorli, alcune gocce di essenza di Rum, l'olio di semi di mais, lo yogurt, il latte, la farina ed il lievito setacciati. Infine si incorporano gli albumi.
Si versa il tutto in uno stampo di 20 cm di diametro oleato, si uniscono gli acini d’uva. Si spolvera la superficie con lo zucchero di canna.
Si mette in forno caldo a 180/190° per 45-50 minuti circa.
Si sforna, si lascia intiepidire, si toglie dallo stampo e si lascia raffreddare. 



lunedì 30 settembre 2019

Spaghetti alla chitarra con crema di parmigiano e fiori di zucca

Ho condito gli spaghetti alla chitarra con una crema di parmigiano e gli ultimi fiori di zucca saltati in padella con una noce di burro. 



Spaghetti alla chitarra con crema di parmigiano e fiori di zucca



Ingredienti:

300 g di spaghetti alla chitarra all'uovo
10-12 fiori di zucca
80 g di Parmigiano Reggiano
50 ml di latte intero
40 g di burro
sale
pepe nero


Preparazione:

Si lavano velocemente i fiori di zucca, si privano del pistilli, si tagliano a pezzi. In una padella si fa sciogliere una noce di burro si fanno saltare i fiori di zucca, si sala e si pepa. Si toglie dalla padella e si mette da parte. Nella stessa padella si fa sciogliere il resto del burro, si aggiunge il latte ed il formaggio grattugiato e si fa riscaldare.
Nel frattempo si cuoce la pasta al dente, si scola e  si versa nella padella si fa saltare per alcuni minuti in modo da far assorbire il condimento. S’impiatta e si aggiunge altro formaggio.





giovedì 26 settembre 2019

Crostata all’olio e cacao con confetture di albicocche e albicocche caramellate

Per la frolla all’olio ed il cacao o preso la ricetta di Elena. Ho aggiunto alla confettura di albicocche, delle albicocche che ho caramellate con zucchero di canna e Brandy.



Crostata all’olio e cacao con confetture di albicocche  e albicocche caramellate




Ingredienti:

per un stampo di di 22 cm

Per la frolla

160 g farina 00
20 g cacao amaro
90 g zucchero
40 g di olio di semi di mais
1 uovo medio
1 cucchiaino lievito per dolci
1 pizzico sale

Per la copertura

370 g di confetture di albicocche
3 albicocche fresche
20 g di zucchero semolate
1 cucchiaino di Brandy

Preparazione:

In una ciotola capiente di versa lo zucchero, il sale, l’olio di semi di mais, l’uovo intero si mescola con una forchetta, poi si aggiunge un po’ di farina setacciata con il cacao ed il lievito. Si lavora fino ad ottenere un composto elastico che non si attacca alle mani. Si forma una palla, si fodera con la pellicola e si mette in frigorifero per 30 minuti circa.

In un padellino si mettono le albicocche private della buccia e tagliate a spicchi, si aggiunge il Brandy e lo zucchero semolato. Si fanno caramellare.

Passato il tempo di riposo, si prende gran parte della frolla. La parte più grande si stende con il matterello un disco con un spessore di  circa 5 mm, riveste lo stampo ricoperto di carta forno si bucherella il fondo della frolla, si versa la confettura di albicocche e si uniscono gli spicchi caramellati di albicocca. Si forma il bordo e si decora a piacere utilizzando la frolla restante, io fatto dei fiorellini. 
Si mette in forno caldo a 170° C per 45-50 minuti. 
Si sforna e si lascia raffreddare. 





lunedì 23 settembre 2019

Orecchiette al forno con pesto di melanzane, capperi, olive e pomodorini

Una delle ultime melanzane della stagione, l’ho resa a purea  per condire le orecchiette, aggiungendoci pomodori, capperi, olive e  formaggio Silano e Grana Padano; quest’ultimi per avere una leggera crosticina una volta cotti in forno. 


Orecchiette al forno con pesto di melanzane, capperi, olive e  pomodorini


Ingredienti:

350 g di orecchiette fresche
1 melanzana striata
10-10 pomodorini datterini
2 cucchiaio di passata di pomodoro
1 cucchiaio di capperi in precedenza dissalati
1 cucchiaio di olive
50 g di Grana Padano
40 g di Silano
origano
olio extra vergine di oliva
sale 
pepe nero

Preparazione:

Dopo aver lavata la melanzana si taglia in due per il senso della lunghezza, si incide la polpa a scacchiera si olia la superficie. Si appoggia dalla parte del taglio su una teglia coperta di carta forno cosparsa di origano. Si mette in forno caldo a 200 °C per 20-30 minuti.
Una volta cotta si scava la polpa e si mette una scodella, con i rebbi della forchetta si rende una purea, si aggiunge la passata di pomodori, il sale, il pepe nero, origano l’olio extra vergine di oliva. Si aggiungono i pomodorini tagliati a metà, i capperi le olive tagliate a pezzetti. Si mescola il tutto.

Si cuoce la pasta al dente, si fa insaporire con il composto, si versa il tutto su una pirofila, si aggiungono dadini di silano si mescola e si aggiunge il formaggio grattugiato.
Si mette in forno caldo a 180° C per 20-30 minuti il tempo di formare una leggera crosticina.




giovedì 19 settembre 2019

Far breton aux pruneaux (Far breton alle prugne)

Il far breton aux pruneaux è un dolce francese di origine contadina  precisamente della Bretagna, molto simile al Clafoutis o Flognarde composto di farina, latte, ed uova si aggiungono le prugne secche o fresche, aromatizzate con un liquore come il Cognac, Brandy o Armagnac. Il composto viene cotto in forno fino a formare una crosticina dorata. 


Far breton aux pruneaux (Far breton alle prugne)

Ingredienti per 2 coppette:

165 ml di latte intero
40 g farina 0
30 g di zucchero semolato
30 g di burro salato
4 prugne medie fresche o  secche
1 uovo
1 cucchiaio di Cognac o Brandy o Armagnac


Preparazione:

Se si utilizzano le prugne fresche, si privano del nocciolo si tagliano a metà, si mettono in un tegame con acqua fino a coprirle, ed un cucchiaio di Cognac o altro liquore, ed un cucchiaio di zucchero. Si fa cuocere a fuoco medio fino a che si consuma il liquido. Si lascia raffreddare. 
Se si utilizzano le prugne secche si fanno rinvenire in acqua e Cognac o altro liquore.

In un tegame si mette il latte, il burro salato e lo zucchero, si fa intiepidire il tempo di far sciogliere il burro. Si lascia raffreddare.
In una ciotola si sbatte l’uovo e si aggiunge pian piano la farina, senza formare grumi, poi si aggiunge il latte e si ottiene una pastella.

In delle coccotte si mette un po’ di zucchero di canna si depositano le prugne scolate, si aggiunge il composto. Si mette in forno caldo a 200° C per  i primi 10 minuti, poi si abbassa a 180° C per altri 40 minuti fino a che risulterà sodo.
Si sforna e si lascia raffreddare, poi prima di servire si spolvera con lo zucchero a velo.




lunedì 16 settembre 2019

Cake salato con peperoni, olive, pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano

Ho preso spunto dal suo cake salato, la base è la stessa, ma il condimento è diverso. Ho aggiunto un cucchiaio colmo del Pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano. Perfetto per ogni occasione in questi ultimi giorni d’Estate.



Cake salato con peperoni, olive, pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano



Ingredienti:

Per uno stampo da plumcake di 26x11 cm

300 g di farina 0
100 ml di olio di semi di mais
100 ml di latte
3 uova medie
2 cucchiai di olive verdi
5/6 pomodori secchi sott'olio
2 cucchiai di Provolone piccante
1 cucchiaio colmo di Pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano 
1 bustina di lievito per torte salate (16 g)
1 peperone verde medio
1 spicchio d’aglio 
origano
olio extravergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si lava il peperone si togli il picciolo ed i semi interni, si taglia a striscioline. In una padella si fa imbiondire l'aglio e si aggiungono le strisce di peperone, si sala, si pepa si fa saltare qualche secondo, poi si abbassa la fiamma e si copre con un coperchio e si lascia cuocere per 10/15 minuti, finché non sono morbidi, si aggiunge l’origano; si lascia raffreddare. Alcune strisce di peperone si tagliano a pezzetti, altre si tengono da parte.
Nel frattempo si tagliano a striscioline i pomodori secchi, alcune si tengono da parte, e a rondelle le olive verdi.

In una ciotola grande, si versa la farina setacciata, il provolone piccante grattugiato, il lievito setacciato ed il pepe nero.
In una ciotola più piccola si rompono le uova, si unisce il latte, l'olio di semi di mais, il sale ed il pepe nero, si  mescolate bene insieme. Si versa la miscela nella ciotola più grande degli ingredienti secchi, si mescola velocemente e poco, fino ad ottenere un impasto omogeneo. 
Poi si versa il pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano, il peperone, i pomodori secchi e le olive tagliate. Si mescola il tutto.
Si versa il composto in uno stampo da plumcake ricoperto di carta da forno. Sulla superficie si adagiano le strisce di peperone e di pomodori secchi. 
Si mette in forno caldo a 180° C per circa 50 minuti, dipende dal forno; farà fede la prova stecchino.
Si sforna e si lascia raffreddare. Deve essere ben freddo prima di tagliarlo.






giovedì 12 settembre 2019

Torta di fichi e granella di mandorle

Torta morbida con i frutti di questo periodo i fichi, con l’aggiunta di zucchero di canna e granella di mandorle.



Torta di fichi e granella di mandorle


Ingredienti:

Per uno stampo da 20 cm di diametro

200 g di farina 00
130 g di zucchero semolato
125 g di yogurt intero
2 uova intere
2 cucchiai di latte intero 
4 cucchiai di olio di semi di mais
qualche goccia di estratto di Rum
16 g di lievito per dolci
6 fichi interi (i miei erano piccoli, altrimenti 3 medio grandi)
zucchero di canna
8-10 mandorle pelate tagliate grossolanamente


Preparazione:

Si  dividono i tuorli dagli albumi, si aggiunge lo zucchero  e si sbatte, si montano gli albumi a neve. Si aggiunge al composto di zucchero e tuorli, alcune gocce di essenza di Rum, l'olio di semi di mais, lo yogurt, il latte, la farina ed il lievito setacciati. Infine si incorporano gli albumi.
Si versa il tutto in uno stampo di 20 cm di diametro oleato, si dispongono i fichi tagliati a metà. Si spolvera la superficie con lo zucchero di canna  e la granella di mandorle tagliate grossolanamente.
Si mette in forno caldo a 180/190° per 45-50 minuti circa.
Si sforna, si lascia intiepidire, si toglie dallo stampo e si lascia raffreddare. 






lunedì 9 settembre 2019

Spaghetti alla chitarra con friggitelli in agrodolce e Speck

Sono dei spaghetti alla chitarra freschi conditi con listarelle di friggitelli in agrodolce, speck scottato ed pane grattato croccante.


Spaghetti alla chitarra con friggitelli in agrodolce e Speck



Ingredienti:

300 g di spaghetti alla chitarra all'uovo
10-12 peperoni friggitelli
4 fette di Speck
40 g di Grana Padano
30 g di pane grattato
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di aceto di mele
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero



Preparazione:

Si lavano bene i friggitelli, si toglie il picciolo ed i semi, si tagliano a striscioline. In una pentola si fa imbiondire l'aglio si aggiungono le striscioline di friggitelli si fanno saltare per alcuni minuti, poi si aggiunge un cucchiaino di aceto di mele, si fa evaporare si pepa e si sala; si aggiunge un cucchiaio di acqua e si continua la cottura per altri due minuti. Si tolgono dalla padella e si mettono da parte. 
Si taglia lo speck a strisce si mette in una padella calda e si fa scottare. Nel frattempo in un padellino si fa tostare il pane grattugiato.
Si fa cuocere la pasta molto al dente si scola e si mette in una padella dove si è fatto scaldare un filo di olio di extravergine di oliva, si aggiungono due mestoli di acqua di cottura si fa saltare per alcuni minuti in modo da far assorbire l'acqua, si aggiungono le listarelle di friggitelli e parte dello speck.
Si impiatta e si aggiungono le restanti listarelle di  friggitelli e speck, infine si spolvera con il pane tostato ed un po' di Grana Padano grattugiato.





giovedì 5 settembre 2019

Crostoni con ricotta infornata, speck, fichi e miele

Un crostone che unisce la sapidità e dolcezza, perfetto in questo periodo.



Crostoni con ricotta infornata, speck, fichi e miele



Ingredienti:

4 fette di pane casareccio
4 fette di speck
150 g di ricotta infornata o caprino
4 fichi 
miele di acacia

Preparazione:

Si fanno tostare leggermente le fettine di pane, su ognuna si mette una fetta di ricotta infornata, una fetta di speck ed un fico aperto con tutta la buccia. Si aggiunge un filo di miele di acacia






lunedì 2 settembre 2019

Fusilli freschi con melanzane, pomodorini e capperi

Un primo piatto con ingredienti che amo molto in questo periodo. Semplice, abbastanza veloce e saporito.

Fusilli freschi con melanzane, pomodorini e capperi


Ingredienti:

350 g di fusilli freschi
1 melanzana oblunga
30 g di capperi dissalati in precedenza 
7-8 pomodorini datterini
1 spicchio di aglio
prezzemolo
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si taglia la melanzana a dadini. In una grossa padella si fa scaldare un filo di olio extra vergine di oliva, si fanno scottare i dadini di melanzana. Una volta cotti si travasano su un piatto e si mettono da parte.
Nella stessa padella si fa imbiondire l’aglio, si aggiungo i pomodorini e i capperi dissalati in precedenza si fanno saltare per alcuni minuti, poi si aggiungono i dadini di melanzana, si pepa e si fa insaporire il tutto.

Si fa cuocere la pasta al dente, si scola e si aggiunge al condimento, si fa saltare per alcuni minuti e si aggiunge il prezzemolo tagliato grossolanamente ed un filo di olio extra vergine di oliva.






giovedì 1 agosto 2019

Crostata rustica di pesche noci al Maraschino

Conosciuta anche come Galette rustica, vale a dire un guscio di pasta brisée che racchiude frutta fresca, in questo caso ho scelto la pesca nettarina o noce che ho aromatizzato con il Maraschino e zucchero di canna.



Crostata rustica di pesche noci al Maraschino




Ingredienti:


Per la base

150 g di farina 0
80 g di burro freddo
30 g di zucchero semolato
3-4 cucchiai di acqua fredda
pizzico di sale

Per il ripieno

1 pesca nettarina o noce grande
1 cucchiaio colmo di zucchero di canna
1 cucchiaino di Maizena
1 cucchiaino di Maraschino

Rifinitura

noce di burro
zucchero di canna

Preparazione:

In una ciotola si versa la farina, lo zucchero ed il sale, si mescola, poi si unisce il burro tagliato a pezzetti e si lavora fino ad un ottenere delle briciole. Si unisce gradualmente l’acqua fino a ottenere un impasto liscio. Si avvolge nella pellicola e si mette in frigo a riposare per 30 minuti. 

Si lava bene la pesca noce, si taglia a fette si aggiunge lo zucchero di canna, la Maizena ed il Maraschino. Si mescola e si lascia riposare.

Passato il tempo di riposo dell'impasto si stende a forma circolare su un foglio di carta forno, si mettono al centro ad spirale le fette di pesca noce. Si ripiegano i bordi verso l'interno, si spolvera l'impasto con lo zucchero di canna. Prima di infornare si mettono, scaglie di burro sulle fette di pesche noci.
Si deposita su una placca da forno ricoperta di carta forno, si mette nel forno caldo a 180° C per 40-45 minuti, finché sarà dorata.





lunedì 29 luglio 2019

Pennoni rigati con melanzane arrosto


Sono dei pennoni rigati conditi con pecorino e melanzane arrosto insaporite da rosmarino ed aglio.

Pennoni rigati con melanzane arrosto

Ingredienti:

400 g di pennoni rigati
2 melanzane medie
50 g di pecorino 
1 spicchio di aglio in camicia
farina
rosmarino
olio extra vergine di oliva
sale 
pepe nero


Preparazione:

Si taglia a dadini la melanzana, si infarina e si aggiunge rosmarino spezzettato e pepe nero. Si mette in una placca ricoperta da carta forno, si aggiunge uno spicchio di aglio in camicia. Si irrora con abbondate olio extra vergine di  oliva. Si mette in forno caldo a 180° C per 30-40 minuti, fino a che saranno cotte. Si sfornano e si lasciano intiepidire.
Nel frattempo in una bacinella grande da contenere la pasta, si aggiunge meno di un mestolo di acqua e si fa sciogliere parte del formaggio grattugiato e si aggiunge il pepe nero macinato
Si fa cuocere la pasta in abbondante acqua, si scola al dente. Si fa insaporire nel formaggio disciolto, si aggiunge infine parte delle melanzane arrosto.
S’impiatta e si aggiunge altre melanzane arrosto ed una spolverata di formaggio grattato.





giovedì 25 luglio 2019

Bruschetta con pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano

Su delle fette appena bruscate ho spalmato il Pesto ai pomodoro secchi, mandorle e zafferano, poi spolverato con il provolone piccante  e  con l’aggiunta di alcuni filetti di pomodori secchi. 



Bruschetta con pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano



Ingredienti:

4 fette di pane casareccio
provolone piccante
alcuni pomodori secchi sott’olio


Per il pesto

100 g pomodori secchi sott’olio sgocciolati
100 g di mandorle pelate
60 g di provolone piccante
5/6 acciughe sotto olio
1 cipollotto fresco
1 peperoncino piccante
pistilli di zafferano di Navelli
1 cucchiaio di vino bianco
olio extra vergine di oliva 



Preparazione:

In mezzo bicchiere di acqua calda si mettono i pistilli di zafferano ad infusione.
In una padella si fa stufare il cipolloto con olio extra vergine di oliva, si sfuma con il vino bianco, poi si aggiunge l’acqua con lo zafferano e si mescola.
Si tagliano a pezzetti i pomodori, si mettono in un cutter con i filetti di acciuga, il provolone, le mandorle, il peperoncino ed il soffritto di cipollotto. Si frulla il tutto aggiungendo a filo olio extra vergine di oliva quanto basta ad ottenere una giusta consistenza. 

Nel frattempo si fa leggermente bruscare il pane. Si spalma il pesto, si spolvera con il provolone piccante grattato e si aggiungono i pomodori secchi tagliati a listarelle.





lunedì 22 luglio 2019

Fiori di zucca ripieni di mortadella e provolone

Sono dei fiori di zucca ripieni di un trito di mortadella,  provolone piccante, pistacchi, e alcune foglie di basilico; il tutto cotto in forno.



Fiori di zucca ripieni di mortadella e provolone




Ingredienti:

20 fiori di zucca
80 g di mortadella in una sola fetta
60 g di provolone piccante
15 g di pistacchi sgusciati
alcune foglie di basilico
olio extra vergine di oliva 
pepe nero

Preparazione:

Si lavano velocemente i fiori di zucca, si privano del pistilli, si aprono. 
Nel cutter si mette la mortadella a dadini, il provolone piccante, pistacchi, pepe nero e le foglie di basilico si trita il tutto. 
Si farciscono i fiori di zucca, si depositano su una placca da forno rivestita di carta forno si aggiunge un filo di olio extra vergine di oliva e alcune scaglie di provolone piccante. Si mette in forno caldo a 180°C per 15-20 minuti il tempo di far sciogliere il provolone.




giovedì 18 luglio 2019

Melanzane a funghetto

Questo contorno mi ricorda l’infanzia, sono ottime sia tiepide che fredde. Perfette su un crostone di pane.


Melanzane a funghetto





Ingredienti:

2 melanzane oblunghe
15-20 pomodorini
1 cipolla piccola dorata
1 spicchio d’aglio
alcune foglie di basilico
alcune foglie di prezzemolo
olio extra vergine di oliva
olio di semi di arachidi per friggere
sale 
pepe nero

Preparazione:

Dopo aver lavato le melanzane, si tagliano a dadini. In un’ampia padella si friggono in olio di semi di arachidi. Si scolano dall’olio in eccesso e si mettono da parte.
In un altra padella si fa imbiondire la cipolla tagliata a fettine e l’aglio, si aggiungono i pomodorini tagliati a metà, si fanno cuocere per 5-8 minuti, poi si aggiungono i dadini di melanzane e si lascia insaporire per alcuni minuti, si sala e si pepa. Si aggiunge il basilico ed il prezzemolo tagliati grossolanamente.




lunedì 15 luglio 2019

Pomodori ripieni di riso con variante


I pomodori ripieni di riso sono immancabili in questa stagione nella mia cucina; ricordi di casa, di estate di gire fuori porta, sono ottimi sia tiepidi che freddi. Alla ricetta che conosco e faccio sempre ho aggiunto Grana Padana, come mi consigliava Tamara qui, che ha donato quel sapore in più.



Pomodori ripieni di riso con variante




Ingredienti:

2 pomodori grandi “da riso”
1 patata a pasta gialla media
50 g di riso Arborio
40 g di Grana Padano
ciuffo di prezzemolo
alcune foglie di basilico
origano quantità a piacere
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si lavano i pomodori, si taglia la calotta superiore e si mette da parte. Con un cucchiaio si svuotano della polpa e si mette in una ciotola; si taglia a pezzetti la polpa, si unisce l’aglio, il prezzemolo, origano e le foglie di basilico tritato. Si unisce il riso crudo, il formaggio grattuggiato, il sale, il pepe e l’olio extra vergine di oliva. Si mescola il tutto per farlo amalgamare.

Si tagliano a fette le patate, si mettono in una pirofila, si salano, si pepano e si unisce un filo di olio extra vergine di oliva. Si dispongono sopra i pomodori svuotati, si salano leggermente e si riempiono con il riso condito. Si ricopre ogni pomodoro con la sua calotta; se avanza il riso condito si deposita sulle patate. Si aggiunge un filo di olio extra vergine di oliva. Si mettono in forno ben caldo a 180° C per almeno 40 minuti. 




giovedì 11 luglio 2019

Tortino di zucchine tonde, pomodorini e Feta con olive verdi

E’  un tortino formato da zucchine tonde grigliate, pomodorini cotti in forno con cipollotti, infine  Feta condita con olive verdi. Il tutto fatto riposare in frigorifero, da mangiare a temperatura ambiente.



Tortino di zucchine tonde, pomodorini e Feta con olive verdi



Ingredienti:

2 zucchine tonde
20 circa  pomodorini datterini
200 g di Feta
60 g di olive verdi
2 cipollotti piccoli freschi
olio extra vergine di oliva
origano
sale
pepe



Preparazione:

Si lavano e si monda le zucchine tonde, si tagliano a fette e si grigliano.
Si lavano ed asciugano i pomodori, si tagliano a metà si dispongono su una placca da forno foderata da carta forno; si salano e si cospargono con cipollotto tagliato a rondelle sottili, origano, pepe nero ed olio extra vergine di oliva. Si mettono in forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti circa.
In una ciotola si sbriciola la Feta si aggiunge olio extravergine di oliva ed una spolverata di pepe nero, si lavora  amalgamando fino ad ottenere una sorta di crema. Si aggiungono le olive verdi tagliate a rondelle e si mescola il tutto.
Si fodera con pellicola trasparente degli stampi antiaderenti o di alluminio circolare, si dispone una fetta di zucchina grigliata, si spalma la “crema” di Feta, e sopra si dispongono i pomodorini passati al forno. Si continua con una fetta di zucchina fino ad esaurire gli ingredienti; l’ultimo strato sarà con il pomodorini. Si preme bene e si copre il tutto con la pellicola trasparente. Si tiene in frigo per almeno 3 ore, prima di servire. Passato il tempo si toglie dal frigo si elimina la pellicola trasparente e si dispone su un piatto da portata.





lunedì 8 luglio 2019

Nidi di spaghetti con pesto di fiori di zucca, mortadella e provolone

Sono dei nidi di spaghetti conditi con un pesto di fiori di zucca, mortadella e provolone piccante. 



Nidi di spaghetti con pesto di fiori di zucca, mortadella e provolone




Ingredienti:

350 g di spaghetti
60 g di mortadella in una sola fetta
40 g di Provolone piccante

Per il pesto
20 fiori di zucca
40 g di Provolone piccante
20 g di pinoli
alcune foglie di basilico
olio extravergine d'oliva
sale e pepe


Preparazione:

Si lavano velocemente i fiori di zucca, si privano del pistilli, si mette in un boccale di un cutter, si aggiunge il Provolone, i pinoli, le foglie di basilico, sale pepe ed olio extra vergine di oliva.
Si avvia e si riduce in purea. Si trasferisce in un recipiente e si unisce altro olio extra vergine di oliva e si mette da parte. Nel cutter si mette la mortadella a dadini ed il provolone piccante, si trita il tutto.
Si fa cuocere la pasta al dente  in abbondante acqua calda, si scola e si fa insaporire con il pesto di fiori di zucca e si unisce la mortadella ed il provolone tritati.. 

Si ungono bene gli stampini, si mette del pangrattato, si deposita su ognuno il composto di pasta. Si spolvera con il provolone grattugiato e si passano al forno caldo a 180-190° C per 20-30 minuti, finché saranno dorati. Si sfornano e si lasciano intiepidire.





giovedì 4 luglio 2019

Crostone con guanciale e melanzane arrosto

Un crostone di pane di grano duro leggermente bruscato con una fetta di guanciale, infine ho aggiunto delle melanzane arrosto condite con rosmarino ed aglio. 


Crostone con guangiale e melanzana arrosto




Ingredienti:

4 fette di pane di grano duro
4 fette di guanciale o lardo
300 g circa di melanzane tagliata a dadini
1 spicchio di aglio in camicia
pepe 
rosmarino
farina
olio extra vergine di oliva
sale 


Preparazione:

Si taglia a dadini la melanzana, si infarina e si aggiunge rosmarino spezzettato e pepe nero. Si mette in una placca ricoperta da carta forno, si aggiunge una spicchio di aglio in camicia. Si irrora con abbondate olio extra vergine di  oliva. Si mette in forno caldo a 180° C per 30-40 minuti, fino a che saranno cotte. Si sfornano e si lasciano intiepidire.
Nel frattempo su ogni fetta di pane si dispone una fetta di guanciale, si mette in forno caldo per far sciogliere un po’ il  lardo; si toglie dal forno e su ogni fetta si deposita la dadolata di melanzane arrosto.




lunedì 1 luglio 2019

Orecchiette con pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano

Ho condito le orecchiette con il pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano, poi ho aggiunto una grattata di provolone piccante e filetti di pomodori secchi sott’olio. Semplicemente gustoso.




Orecchiette con pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano





Ingredienti:

400 g di orecchiette fresche
provolone piccante
alcuni pomodori secchi sott’olio

Per il pesto





100 g pomodori secchi sott’olio sgocciolati
100 g di mandorle pelate
60 g di provolone piccante
5/6 acciughe sotto olio
1 cipollotto fresco
1 peperoncino piccante
pistilli di zafferano di Navelli
1 cucchiaio di vino bianco
olio extra vergine di oliva 

Preparazione:

In mezzo bicchiere di acqua calda si mettono i pistilli di zafferano ad infusione.
In una padella si fa stufare il cipolloto con olio extra vergine di oliva, si sfuma con il vino bianco, poi si aggiunge l’acqua con lo zafferano e si mescola.
Si tagliano a pezzetti i pomodori, si mettono in un cutter con i filetti di acciuga, il provolone, le mandorle, il peperoncino ed il soffritto di cipollotto. Si frulla il tutto aggiungendo a filo olio extra vergine di oliva quanto basta ad ottenere una giusta consistenza. 

Nel frattempo si cuociono le orecchiette. Si versa il pesto di pomodori secchi nella padella, si scola la pasta al dente, si manteca, se occorre si aggiunge anche un po' di acqua di cottura della pasta. S'impiatta e si spolvera con provolone piccante grattugiato e si aggiungono i pomodori secchi tagliati a listarelle.






giovedì 27 giugno 2019

Caprilù al limone

La ricetta per questi dolcetti l’ho presa da lei, sono ispirati ai morbidi biscotti capresi nati in una famosa gelateria e pasticceria di Capri: Buonocore. Sono composti di mandorle, zucchero, limone e limoncello. Sono deliziosi.


Caprilù al limone



Ingredienti: 

250 g di mandorle pelate
150 g zucchero
40 g circa di albume 
5 g lievito per dolci
scorza grattugiata di un limone
succo di mezzo limone
3 cucchiai di limoncello
zucchero semolato 
zucchero a velo 

Preparazione:

In un cutter si mettono le mandorle e lo zucchero, si trita finemente.
Si versa in una ciotola e si aggiunge l'albume, la scorza il succo di limone, il limoncello ed il lievito.
Si mescolano gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo, morbido e non appiccicoso.
Si prende parte dell’impasto si formano delle palline, si fanno rotolare prima nello zucchero semolato poi nello zucchero a velo; con il pollice e l’indice si premono ai lati.
Si depositano su una placca da forno e si mettono in forno caldo a 170º C per 15 minuti, fino a leggera doratura.




Caprilù al limone



lunedì 24 giugno 2019

Pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano

La ricetta di questo pesto è di Assunta. Io ho fatto alcune varianti negli ingredienti, come nell’utilizzo del cipollotto e del provolone piccante. Mi è piaciuta l’idea dell’aggiunta dello zafferano che ha donato quel tocco in più al pesto.





Pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano



Ingredienti:


Per il pesto

100 g pomodori secchi sott’olio sgocciolati
100 g di mandorle pelate
60 g di provolone piccante
5-6 acciughe sotto olio
1 cipollotto fresco
1 peperoncino piccante
pistilli di zafferano  di Navelli
1 cucchiaio di vino bianco
olio extra vergine di oliva 

Preparazione:

In mezzo bicchiere di acqua calda si mettono i pistilli di zafferano ad infusione.
In una padella si fa stufare il cipollotto con olio extra vergine di oliva, si sfuma con il vino bianco, poi si aggiunge l’acqua con lo zafferano e si mescola.
Si tagliano a pezzetti i pomodori, si mettono in un cutter con i filetti di acciuga, il provolone, le mandorle, il peperoncino ed il soffritto di cipollotto. Si frulla il tutto aggiungendo a filo olio extra vergine di oliva, quanto basta ad ottenere una giusta consistenza. 





Pesto ai pomodori secchi, mandorle e zafferano




giovedì 20 giugno 2019

Fiori di zucca croccanti

Sono dei fiori di zucca ripieni con filetti di alici sott’olio e mozzarella; invece di essere pastellati e fritti, li ho passati nell’uovo e nel pangrattato, poi cotti in forno.




Fiori di zucca croccanti




Ingredienti:

20 fiori di zucchina
100 g di mozzarella
10 filetti di alici sott’olio
olio extra vergine di oliva
1 uovo
pan grattato
sale

Preparazione:

Si mondano i fiori di zucchina eliminando le foglioline verdi esterne e il pistillo interno, si passano velocemente in acqua corrente.
Si taglia a bastoncini la mozzarella e a metà i filetti di alici sott’olio, si farcisce ogni fiore di un bastoncino di mozzarella e di mezza alice. Si passa ogni fiore nell'uovo sbattuto e nel pangrattato, si depositano su una leccarda ricoperta da carta forno. Si passa un giro di olio extravergine sopra i fiori di zucca.
Si mettono in forno caldo a 180° C fino a quando sono croccanti.






lunedì 17 giugno 2019

Biscotti ai pomodori secchi ed olive

Appeno ho visto la ricetta da Elisabetta l’ho segnata per farla al più presto. Che dire uno tira l’altro.



Biscotti ai pomodori secchi ed olive




Ingredienti:

200 g di farina
90 g di burro
60 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 uovo
10 pomodori secchi sott'olio
2 cucchiai di olive verdi
origano
sale
pepe

Preparazione:

Si sgocciolano i pomodori secchi, si tagliano a pezzi grossolani. Si tagliano le olive a rondelle.
In una ciotola si versa la farina setacciata, il burro a pezzetti, il parmigiano, l'uovo, il sale, il pepe e l'origano. Si lavorano un un po', si uniscono i pomodori e le olive, s'impasta fino a formare un composto omogeneo. Si avvolge in una pellicola e si mette in frigorifero minimo per 1 ora.
Passato il tempo si stende la pasta fra due fogli di carta forno o su un piano infarinato, per un'altezza di circa 1 cm, si da' la forma che si desidera e si dispongono su una teglia ricoperta di carta forno.
Si mettono in forno caldo a 220° C per 15 minuti circa fino a che saranno dorati.





giovedì 13 giugno 2019

Schiacciatina di patate con scamorza e prosciutto

Sono delle schiacciatine composte di patate lesse, condite con aghi di rosmarino, sale e pepe nero e farina;  ripiene di scamorza e prosciutto crudo, il tutto cotto in padella.



Altre idee:


Schiacciatina di patate con scamorza e prosciutto



Ingredienti:

4 patate medie a pasta gialla
2 fette di prosciutto crudo
80 g di scamorza tagliata a fette
2 cucchiai di farina 00
aghi di rosmarino (del mio balcone)
olio extravergine d’oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si lessano le patate, si pelano e si schiacciano grossolanamente con una forchetta, si aggiunge un filo di olio extra vergine di oliva, pizzico di sale, pepe nero e gli aghi di rosmarino tagliati; si amalgama un po', poi si aggiunge la farina. Si forma un composto, si divide in due parti.
Si unge di olio extra vergine di oliva  un padellino si mette una parte del composto schiacciandolo bene, si fa cuocere fino a che si forma una crosticina, poi si aggiungono le fette di formaggio ed il prosciutto crudo. Si aggiunge l'altra parte del composto a coprire. Si sigilla con i rebbi della forchetta e con l'aiuto di un piatto si rigira, facendo cuocere dall'altra parte, finché non si sarà formata la crosticina.  Si scola e si fa asciugare dall’olio in eccesso sulla carta pane o assorbente.
Si serve calda o tiepida.



Schiacciatina di patate con scamorza e prosciutto




lunedì 10 giugno 2019

Timballo di pasta e fiori di zucca

Sono dei piccoli timballi di mezze penne rigate condite con scamorza a dadini, filetti di alici sott’olio avvolti da fiori di zucca e cotti in forno.


Timballo di pasta e fiori di zucca




Ingredienti:

300 g di mezze penne rigate
200 g di scamorza tagliato a dadini
12 fiori di zucca
4 filetti di alici sott’olio
olio extra vergine
pepe nero
sale
pecorino romano a piacere

Preparazione:

Si cuoce la pasta al dente, si scola e si lascia raffreddare, si aggiungono i dadini di scamorza, le alici sotto’olio, il pepe nero e olio extra vergine di oliva. 
Si lavano velocemente i fiori di zucca, si privano del pistilli e si aprono. Si oliano bene gli stampi monoporzione, si rivestono con i fiori di zucca, si mettono su ognuno parte parte della pasta condita, si coprono  con i fiori di zucca. 
Si mettono in forno caldo a 180° C si fanno cuocere per 20-30 minuti circa. Si sfornano, si lasciano leggermente raffreddare e si trasferiscono su un piatto. Sopra a piacere si spolvera con pecorino romano grattugiato.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...