mercoledì 7 gennaio 2015

Pasticcio di pane raffermo con funghi e nocciole

Come ho scritto più volte cerco sempre di riutilizzare il pane raffermo, uno dei modi che prediligo sono i “pasticci” con cui abbino ortaggi e formaggi per avere la crosticina croccante che tanto adoro. Di solito uso mettere le fette di pane su una pirofila, le bagno con il brodo vegetale o di carne (se mi è avanzato), poi aggiungo gli altri ingredienti, come ho fatto ad esempio con il Pasticcio di pane e carciofi. Invece questa volta ho voluto seguire il metodo di Antonella della sua Focaccia all'antica di pane raffermo che ha sminuzzato le fette di pane ci ha aggiunto l’acqua tiepida e le ha lasciate per 15-20 minuti, poi ha ben strizzato il pane lo ha messo in una teglia e l’ha fatto asciugare in forno per fare una sorta di base compatta e leggermente croccante, per poi aggiungere gli altri ingredienti.
Io ho condito la base di pane con funghi champignon bruni scottati in padella in seguito conditi con aglio, aghi di rosmarino, sale, pepe nero ed olio extra vergine di oliva. Poi ho aggiunto una granella di nocciole tostate e scaglie di formaggio semistagionato.


Pasticcio di pane raffermo con funghi e nocciole




Ingredienti:

4 fette di pane raffermo di grano duro
150 g di champignon bruni
100 g di asiago o altro formaggio
30 g di nocciole tostate
1 spicchio di aglio
aghi di rosmarino
olio extra vergine di oliva
sale
pepe nero


Preparazione:

Si sminuzzano le fette di pane e si mettono in un recipiente, si coprono con un bicchiere scarso di acqua calda e si lasciano per 15-20 minuti a riposare.
Nel frattempo si tagliano a fettine i funghi, si fanno scottare in una padella in modo da togliere l’acqua di vegetazione. Si raccolgono in una scodella e si condiscono con l’aglio tagliato a pezzettini, aghi di rosmarino, sale, pepe nero ed olio extra vergine di oliva.

Passato il tempo, si strizza bene il pane e si mette in una pirofila unta di olio extra vergine di oliva si compatta bene e si livella. Si mette in forno caldo a 200° C per 15-20 minuti, in modo di farlo asciugare ed avere una base leggermente croccante. Poi si aggiungono i funghi conditi, le nocciole tritate e il formaggio tagliato a scaglie. Si mette un filo di olio extravergine di oliva e si inforna per altre 10-15 minuti, fino a formare una crosticina.






19 commenti:

  1. Anche io uso questo secondo metodo e mi hai fatto proprio venire voglia di prepararne uno stasera.
    Buona giornata,
    V.

    RispondiElimina
  2. Ricetta davvero interessante , la segno e la provo quanto prima . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  3. un bel piatto gustoso che vorrei per pranzo !

    RispondiElimina
  4. Ottima alternativa ai gnocchi di pane. Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Sarà nato da un riciclo ma è uscito un capolavoro !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. Uso poco il pane raffermo più che altro perchè non m'avanza mai.. Ottimissima ricetta questa... Un bacione

    RispondiElimina
  7. Ciao Francesca, come stai? Spero che le feste siano andate bene e che l'anno nuovo ti porti tanta serenità! Sai che io non so mai come usare il pane raffermo...faccio sempre la solita bruschetta. Invece, guarda un po' che bella ricettina...interessante e molto molto invitante!! Un abbraccio forte e a presto, Mary

    RispondiElimina
  8. davvoer un ottimo modo per riciclare il pane, vien voglia di tenerne da parte apposta :)
    un bacio, tanti auguri di buon anno

    RispondiElimina
  9. Un piatto povero davvero appetitoso!!!!! Bacioni

    RispondiElimina
  10. Un riciclo golosissimo...farò avanzare il pane apposta per provarlo!

    RispondiElimina
  11. Questo pasticcio è golosissimo, brava!

    RispondiElimina
  12. Ecco, io non ci penso mai a fare questi pasticci appetitosissimi! Mi ostino sempre a mangiare il pane vecchio che diventa sempre più duro, al massimo ci faccio la bruschetta!

    RispondiElimina
  13. A me dispiace molto sprecare il pane e questo è un ottimo modo per consumarlo. Un piatto appetitoso!!! Grazie, molto buono veramente.

    RispondiElimina
  14. E' che io non sono solita mangiare pane, per cui non ho mai avanzi. Ma magari questa volta mi organizzo ^_^ Questo piatto mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  15. Wow davvero molto invitante e gustoso questo pasticcio, un modo perfetto per riciclare il pane raffermo, bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  16. Non conoscevo questo metodo,come te bagnavo solo le fette di pane e procedevo,proverò di sicuro e proverò questa tua versione tanto golosa e appetitosa!
    Grazie e ancora tanti auguri per un anno meraviglioso Fra!

    RispondiElimina
  17. Anche io di recente ho usato del pane raffermo per una specie di torta salata, di solito lo riutilizzo solo in veste dolce! ora mi segno questa tua idea che è meravigliosa!

    RispondiElimina
  18. Fino ad oggi il pane raffermo l'ho sempre usato per preparare le polpette! Grazie per questa ricetta prelibata!!!!!

    RispondiElimina

Grazie per i commenti e consigli, sono sempre ben accetti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...